Pallanuoto serie C, sfortunata la Rari Nantes Auditore in casa della capolista Taranto

Pallanuoto serie C, sfortunata la Rari Nantes Auditore in casa della capolista Taranto

R.N. TARANTO – R.N. AUDITORE CROTONE = 13 – 8

R.N. TARANTO: Pantile, Grande, D’Addato, Conte, Carucci, Cantarella, Schinaia, Matarrese, Cazzato, Carabotto, Santovino, Moccia, Oliva. Allenatore Sig. Sabato Sandro.

R.N. AUDITORE CROTONE: Sibilla, Oppido P., Greco, Arcuri, Candigliota, Campagna, Riganello, Bellezza, Amatruda, Chiodo, Scorza A., Oppido M., Cavallaro. Allenatore Sig. Francesco Arcuri.

 

Tanta rabbia per una sconfitta immeritata e non determinata certo dalla superiorità della capolista, almeno in quest’incontro. Il match che ha visto la Rari Nantes Auditore ospite del Taranto, ha lasciato l’amaro in bocca agli atleti pitagorici perchè la sconfitta è maturata solo nell’ultima frazione di gioco quando, dopo un fantastico recupero dei crotonesi che si erano portati sul 8-10, la partita ha improvvisamente cambiato volto con ben cinque espulsioni per i crotonesi che hanno permesso ai padroni di casa di approfittare delle superiorità numeriche e siglare i goal della tranquillità conquistando i tre punti necessari per festeggiare la Serie “B”. Praticamente nel quarto tempo la Rari non è riuscita più a giocare riuscendo con estrema difficoltà a proporsi in fase offensiva.

Si sottolinea che la formazione pugliese ha sicuramente meritato il salto di categoria per un campionato disputato sempre al top ma si recrimina non poco per la gestione dell’incontro da parte del Direttore di Gara. Ancora una giornataccia per l’arbitro Zizza di Taranto. Con lui, la formazione di Mister Arcuri ha raccolto un solo punto su quattro partite disputate tra Campionato di serie “C” e Under 17 .
Veramente un peccato perchè la partita è stata molto bella ed avvincente in un clima da stadio per la presenza di un folto pubblico pronto a festeggiare la conquista della serie superiore per la squadra di casa. Vittoria doveva essere e vittoria è stata!

Primo tempo con una partenza lampo dei pugliesi subito in vantaggio per due a zero ma con un’Auditore comunque ben organizzata e concentratissima. I due mancini crotonesi Bellezza e Chiodo in grande evidenza e pronti a sfruttare le occasioni per recuperare il gap. Alla fine 3-2 per i padroni di casa e partita bella ed apertissima.

Secondo tempo nettamente a vantaggio dei pugliesi grazie ad un gioco ordinato e proficuo. La Rari cerca di arginare i padroni di casa, il centro Boa Vincenzo Arcuri si danna in attacco riuscendo a trafiggere la porta avversaria solo una volta. Parziale di 4-1 per il Taranto e l’incontro sembra incanalato verso la sconfitta per i pitagorici.
Al cambio campo Mister Arcuri mescola le carte, rivede il modulo di gioco e l’Auditore sembra rigenerata. Gioca alla pari, combatte, soffre e comincia a recuperare il gap. Il Taranto però vuole assolutamente i tre punti e la partita si infiamma. Al termine 10 -6 per i pugliesi con reti di Candigliota, Amatruda ed ancora Arcuri.

Quarto ed ultimo tempo che inizia con i crotonesi scatenati. Subito due reti consecutive con i mancini Greco e Bellezza ed il Taranto trema. Partita riaperta e Rari in grande spolvero. Poi …stop. Cinque espulsioni quasi consecutive con i pugliesi che ringraziano e segnano tre reti che significano la Serie “B”

Lascia un commento

Scroll To Top