Pallanuoto serie C, la R.N. Auditore Crotone vince e termina in testa il girone d’andata

Pallanuoto serie C, la R.N. Auditore Crotone vince e termina in testa il girone d’andata

R.N. AUDITORE CROTONE – FIMCO SPORT= 9 – 5

R.N. AUDITORE CROTONE: Cortese, Chiodo (1), Amatruda (1), Arcuri V. (3), Bellone, Candiglota, Riganello, Spadafora, Pantisano (1), Graziano (2), Poerio (1), Fusto, Cavallaro. Allenatore: Sig. Francesco Arcuri.

FIMCO SPORT MAGLIE: Mancino, Calo’, Dovera, Mercaldi (1), Coluccia, Corbelli (1), Falco (2), Pariti (1) Gaetani, Giannuzzo, Mercaldi S., Veneziano. Allenatore: Sig. Simone Falco.

ARBITRO: Sig. Cascone di Taranto.

 

La Rari Nantes Auditore Crotone conquista altri tre punti preziosi nella rincorsa alla serie “B” terminando in testa, con la Payton Bari, il girone d’andata del Campionato Nazionale di Serie “C” di Pallanuoto girone 6. Il duo capolista continua a dimostrarsi superiore al resto dei contendenti sia per qualità tecnica che atletica. Payton Bari ed Auditore Crotone infatti ad oggi sono state devastanti imponendo il proprio gioco sia in casa che fuori casa lasciando ben poco agli avversari.

L’impegno di sabato non è stato proibitivo per gli uomini di Capitan Vincenzo Arcuri, anche se ogni incontro nasconde sempre qualche sorpresa se non affrontato con la giusta grinta e determinazione. Il Fimco Sport, sesto in classifica, era “sceso” nella vasca olimpionica di via G.Paolo II, per limitare i danni sapendo già in partenza di non avere molte possibilità di superare la capolista. Dall’altra parte, Mister Francesco Arcuri aveva preparato il match più dal punto di vista mentale che tecnico per evitare pericolosi cali di tensione.
Al via la Rari subito in evidenza con il solito ritmo e la solita solidità difensiva e offensiva. Fimco in difficoltà grazie anche alla ottima giornata del portiere crotonese Cortese attento e sicuro in ogni intervento. Le reti dei padroni di casa con il centro Boa Vincenzo Arcuri, la prima su azione, la seconda dopo un’eccellente esecuzione di una superiorità numerica. Partita da subito incanalata verso una tranquilla vittoria.

Cambio campo e secondo tempo sulla falsa riga del primo con l’Auditore a fare la partita ed il Fimco a cercare un difficile recupero. Ancora una superiorità numerica per i padroni di casa con la segnatura di Amatruda e rete di Poerio ancora su “uomo in più”. Il Fimco arranca, sbaglia molto in attacco e diventa facile preda in difesa. Tutto come da copione. A metà gara 4-0 per il Crotone.

Terzo tempo in cattedra il centro boa Graziano ed il mancino Pantisano che porta la Rari sul 6-0. Ma la Rari sbaglia molto in attacco sciupando troppe limpide occasioni da rete frutto probabilmente di una scarsa concentrazione dovuta alla consapevolezza di un risultato oramai acquisito.
Ultima frazione con la reazione veemente dei pugliesi che riescono a limitare il passivo riuscendo ad imporre un parziale di 3 – 5 dopo altre tre reti dei pitagorici con Chiodo, Arcuri e Graziano.

Tutto facile quindi per un team oramai consapevole del ruolo di squadra da battere e con l’obbiettivo oramai dichiarato di conseguire quella promozione da anni inseguita e sempre sfuggita.
Prossimo impegno per i crotonesi fra le mura amiche sabato 9 aprile contro il Mediterraneo Taranto terzo in classifica. Avversario coriaceo e difficile ma per l’Auditore esiste un solo risultato, la vittoria per continuare a sognare

Lascia un commento

Scroll To Top