Pallanuoto, per la Rari Nantes Auditore sabato esame con la capolista Napoli

Pallanuoto, per la Rari Nantes Auditore sabato esame con la capolista Napoli

Incontro Casalingo, a COSENZA, presso la piscina olimpionica comunale per il settimo impegno ufficiale, recupero della ottava giornata (terza di ritorno) del Campionato Nazionale di SERIE B maschile, che Sabato 12 Giugno alle ore 16.00 (con diretta streaming dell’incontro a cura della società), vedrà contrapposta la società crotonese alla formazione della Cesport Napoli, squadra costruita per vincere e giustamente capolista del girone capace di vincere sinora sei partite su sette giocate.

Auditore (3 vittorie e 3 sconfitte), terza in classifica, a quota 9 punti, Cesport Napoli (6 vittorie e 1 pareggio), prima in classifica, a quota 18. Di mezzo Etna Catania a quota 15 punti (5 vittorie e 2 sconfitte.

L’incontro, fissato d’ufficio dalla Federazione Italiana Nuoto, a Cosenza, in deroga a tutte le disposizioni organizzative dell’ordinamento sportivo e per quanto cristallizzato nel provvedimento ufficiale “considerata la fase emergenziale è consentito alle federazioni, anche in deroga alle predette disposizioni, adottare provvedimenti di annullamento relativo all’annullamento, prosecuzione e conclusione delle competizioni e dei relativi Campionati nonché i conseguenti provvedimenti relativi alla composizione e modalità di svolgimento delle attività per la stagione 2020/2021” sarà decisivo per le sorti della società del Presidente Arcuri. Invero, acquisito con soddisfazione il risultato più importante – che era quello della salvezza e della permanenza nella serie cadetta – la possibilità di allungare la stagione partecipando ai playoff promozione passa da una obbligatoria vittoria contro i campani e dalla successiva vittoria in quello che potrebbe diventare l’ennesimo scontro diretto con gli amici siciliani.

Siamo e saremo i soli e unici artefici del nostro destino in questo campionato – spiega orgogliosamente il Presidente Vincenzo Arcuri – Come sempre d’altronde. Finora non abbiamo avuto ausilio da parte delle amministrazione comunale e provinciale per l’utilizzo degli impianti sportivi natatori presenti in città (olimpionica comunale e S.Pertini) per fini preparatori, benché, è importantissimo sottolinearlo, ne siamo legittimi aggiudicatari, e contrariamente ad altre realtà cittadine, e sportivamente non riceveremo aiuti da nessuno. Ci serviranno due vittorie nelle ultime due partite – con Cesport e gli amici dell’Etna Catania – per poter raggiungere il secondo posto utile per disputare i playoff promozione e state pur certi che faremo sportivamente di tutto per poterci riuscire.

Non abbiamo mai voluto fornire alcun alibi ai nostri ragazzi. Anche per dare loro un senso di normalità, abbiamo sempre e solo voluto che gli argomenti oggetto delle nostre conversazioni fossero sport, prestazione atletica, risultato sportivo. Niente altro. E così faremo sabato. Diremo loro di dare il massimo – ma siamo sicuri sarà così – per raggiungere il massimo risultato sportivo possibile. Noi non ci nascondiamo. Non siamo come quelle squadre che vincono tutte le partite di un campionato ed esultano per la salvezza raggiunta. O che strategicamente vanno alla ricerca di scorciatoie per facilitarsi il compito. È oggettivo che siamo inferiori: come potrebbe essere altrimenti. Tutte le squadre del nostro girone non hanno perso un solo giorno di allenamento da settembre 2020. Noi abbiamo fatto più o meno 25.000 chilometri (non in acqua, ma per strada – statale 106 e 107) dal 18 febbraio in poi, solo per poterci allenare tre giorni a settimana. Non dovremmo neanche essere qui. Andremo a Cosenza a giocare a pallanuoto. Se saremo più bravi vinceremo e ci daremo un’ulteriore opportunità verso i playoff, altrimenti inizieremo a pensare alla prossima stagione.

Noi siamo così: sposteremmo un muro più in là se ce ne dessero l’opportunità. È così da sempre. È la storia dell’Auditore che ce lo impone. Noi la rispettiamo, così come rispettiamo da sempre tutte le regole.

Il paradosso è che a causa dell’ancora immotivato richiamo a norme derogatorie sottendente la decisione della federazione di posticipare a sabato 12 giugno l’incontro previsto e organizzato per sabato 29 Maggio a Messina, ci troviamo ad avere in mano biglietti di viaggio emessi a favore di alcuni nostri atleti, che per motivi di studio e lavoro, purtroppo, sabato prossimo verosimilmente, non potranno essere con noi. Un danno. Che alla Federazione organizzatrice super partes non interessa granché. Per noi, una sfida in più da affrontare e superare”.

Lascia un commento

Scroll To Top