Pallamano Crotone, seconda trasferta consecutiva in terra campana

Pallamano Crotone, seconda trasferta consecutiva in terra campana

Seconda trasferta consecutiva in terra campana per la Pallamano Crotone che spera di ottenere anche domenica lo stesso risultato (la vittoria) della settimana scorsa sul campo del Benevento. Le qualità tecniche e il blasone degli avversari però fanno pensare ben altro, anche se questo non significa che la Pallamano Crotone si dia per vinta, non è nel suo Dna e non lo sarà mai. Si può perdere, ma con onore perché la squadra ha sempre voglia di lottare. L’Endas Capua è la seconda forza del campionato vanta dodici punti in classifica così come la Fidelis Andria entrambe a quattro lunghezze dalla capolista Noci.

Il Crotone con i suoi otto punti al momento ritiene la sua classifica deficitaria e per questo motivo farà di tutto per vincere ed incrementarla di altri due punti e piazzarsi in una posizione di tutto rispetto. Missione proibitiva però per i rossoblù privi praticamente di mezza squadra. Fra infortuni ed impegni vari il tecnico Antonio Cusato si ritrova con una squadra rabberciata, molte le assenze ed anche pesanti.

Trasferta impegnativa sul campo ed anche logisticamente difficile, oltre alla distanza è complicata l’organizzazione visto che si gioca di domenica mattina alla ore 11. La società sta valutando un eventuale pernottamento, in alternativa la partenza alla volta della cittadina campana dovrebbe avvenire molto presto nelle primissime ore del mattino.

La scorsa settimana però il viaggio di ritorno è stato particolarmente dolce visto che la squadra a Benevento ha fatto bottino pieno ottenendo la vittoria non disputando comunque la sua miglior partita. La cosa più importante erano i due punti e sono arrivati anche se il tecnico non è per niente soddisfatto della prestazione offerta dai suoi. La squadra continua a sbagliare troppo dalla sei metri. I giocatori riescono a liberarsi al tiro, arrivano alla conclusione facilmente salvo poi sbagliare e questo non può succedere in troppe occasioni.

Un mezzo passaggio a vuoto lo ha fatto registrare anche la formazione Under 17 che nella giornata di ieri ha ospitato la Pallamano Lamezia per un doppio confronto. Ha perso la prima partita, ma poi si è prontamente riscattata nella seconda. Gli incontri si sono dovuti disputare al Palamilone per l’impraticabilità del Palakrò. Solito problema, quando piove l’acqua penetra dal tetto si creano della vere e proprie pozzanghere e giocare risulta impossibile. La riparazione non può essere più rimandata.

Lascia un commento

Scroll To Top