Pallagorio, intervista al tecnico Ettore Bonanno: “Per la mia squadra stagione super positiva”

Pallagorio, intervista al tecnico Ettore Bonanno: “Per la mia squadra stagione super positiva”

Da poco più di una settimana è terminata la stagione del Pallagorio. La formazione arbereshe ha vinto la finale playout del girone C di Seconda categoria con lo Zagarise, guadagnando quindi la salvezza ed il diritto a disputare per un’altra stagione questo torneo. Di questa annata abbiamo parlato col giovane tecnico Ettore Bonanno.

Al secondo match point in casa avete conquistato la salvezza. Come avete festeggiato l’obiettivo?

La salvezza di quest’ anno ha avuto un sapore diverso, l’anno scorso era inaspettata dopo la rifondazione della squadra. In questa stagione invece ad un certo punto abbiamo svoltato ed iniziato a fare un progetto di calcio sociale e di aggregazione interamente per i ragazzi del paese provando a inserire al di lá di obiettivi di sportivitá come la Coppa Disciplina (che dovremmo conquistare) anche elementi di calcio organizzato. L’obiettivo non era salvarsi in sè e per sè, ma provare a sviluppare la nostra idea di calcio con la nostre sole forze. Una idea che abbiamo provato a costruire durante gli allenamenti. Abbiamo festeggiato negli spogliatoi e faremo prossimamente una cena di fine stagione“.

Dopo la gara persa con l’Albi avete avuto paura di poter perdere la categoria?

Con l’Albi abbiamo sentito la gara, reduci da grandi prestazioni eravamo troppo sicuri di noi. L’emozione ci ha giocato un brutto scherzo. Mentre la gara con lo Zagarise l’avevamo preparata bene in settimana organizzando diverse soluzioni per le diverse fasi e possibili risultati della gara. Questo ci ha aiutato a gestire le emozioni e la paura“.

Come giudichi complessivamente la stagione del Pallagorio? Quali le prospettive future?

La stagione per me é super positiva. Abbiamo costruito una squadra non attraverso acquisti e soldi da investire in giocatori ma solo dando fiducia ai ragazzi (anche inesperti) e lavorando in campo. I ragazzi sono stati in gamba impegnandosi a tutta per onorare anche i 25 anni dell’Us Pallagorio Calcio“.

Ti sei ormai calato in pieno in questo nuovo ruolo. Come giudichi l’Ettore allenatore?

Provare ad allenare non é semplice, soprattutto quando ci metti la faccia. Le brutte figure sono dietro l’angolo e non è piacevole ritrovarsi. Ma ho sempre creduto nel progetto, nel lavoro da fare durante la settimana e ho sempre dato fiducia al gruppo. Per mio conto ho fatto errori e sottovalutato a volte certi aspetti, ma non mi sono mai nascosto e non ho mai trovato la via del mercato come risoluzione dei problemi della squadra. Ovviamanete tutto questo si puó fare se hai il sostegno del Presidente Pontieri che ha dimostrato di essere lungimirante sposando queste idee, e quello del Capitano Bonanno Salvatore leader in campo e fuori. Oltre che del vicecapitano Gentile e di tutti i ragazzi e dirigenti, che tengo a ringraziare per il sostegno. L’ultima citazione è per i Corsi di calcio. Da qualche settimana abbiamo riportato i corsi di calcio in paese, e siamo giunti a 50 iscritti tra le diverse categorie. Non mi aspettavo tanto interesse ed entusiasmo! Emozioni belle!!

Lascia un commento

Scroll To Top