Onda d’urto, la nona tappa è Santa Severina-Roccabernarda

Onda d’urto, la nona tappa è Santa Severina-Roccabernarda

Si terrà domenica 13 ottobre la nona tappa del circuito “Onda d’Urto” dedicato a tutti i bikers. Grazie all’impegno dell’associazione A.S.D. “G. Carolei” farà parte del progetto che riguarda i dieci borghi più belli d’Italia anche Santa Severina con il suo splendido castello. Onda d’urto è un movimento spontaneo sorto in ambito regionale per iniziativa di gruppi di bikers dediti maggiormente all’escursionismo locale, il cui obiettivo è principalmente quello di far conoscere le innumerevoli meraviglie della Calabria, in primis proprio ai calabresi. La quinta edizione della manifestazione, vale a dire quella 2013, ha determinato anche 2 “sbarchi in Sicilia” con la prima tappa a Messina e la seconda sull’Isola di Salina. Ad oggi, i bikers calabresi hanno potuto visitare, conoscere ed apprezzare, grazie ad Onda D’urto, ben quaranta località calabresi. La nona tappa, quella di Santa Severina, prevede il ritrovo, stabilito per le ore 8.00, nel fossato del castello di S. Severina dove si potrà parcheggiare l’auto per poi recarsi nella piazza antistante.

La partenza sarà per le ore 8.45. A tutti i partecipanti sarà garantita assistenza meccanica alla partenza (Calabrò Massimo Bici & Bijoux), la presenza del personale addetto del 118; gadget e prodotti tipici crotonesi in regalo per tutti i bikers iscritti; prima colazione presso tutti i bar della piazza. Inoltre nel centro si Santa Severina saranno esposti e venduti i prodotti della Coldiretti di Crotone. Il punto di ristoro a Roccabernarda sarà offerto dalla Pro Loco.

Per quanto riguarda il percorso può essere definito in gergo tecnico medio-difficile-tecnico. Si partirà dal castello passando nel centro storico per poi proseguire in direzione San Mauro Marchesato per circa 1 km, dopodiché si affronterà una la salita che porta in cima alla dorsale ed al belvedere con vista sull’area nord-orientale del marchesato crotonese. Qui ci si fermerà per ricompattarsi ed ammirare il panorama. Subito dopo questa sosta si raggiunge l’area verde di M. Fuscaldo.

Successivamente si costeggerà ad una buona altezza il fianco orientale della montagna, su una larga pista forestale con belle vedute sulla campagna crotonese e  fino al mare.

Dopo aver superato la diramazione per la vetta del Fuscaldo, si raggiungerà il vertice dell’anello, presso la Timpa della Zita. Si ripartirà in direzione Timpa del Corvo attraverso vecchi recinti e pascoli, da dove godremo di una vista mozzafiato sulle pareti a strapiombo della valle.

Ripartendo si percorrerà un panoramico tratto con forte pendenza lungo uno stretto crinale  bordato da campi alberati e oliveti che ci porterà direttamente negli aranceti della media valle del fiume Tacina. Si arriverà quindi a Roccabernarda dove faremo una sosta con degustazione a base di prodotti offerti dalla Pro Loco. Terminato il break si ripartirà  per affrontare la risalita del monte Fuscaldo e successiva ridiscesa al punto di partenza, cioè Santa Severina.

Ulteriori informazioni sono presenti sul sito ufficiale www.ondadurto.info

Lascia un commento

Scroll To Top