Nicola mette in guardia il Crotone: “Bologna grande squadra, ha mentalità”

Nicola mette in guardia il Crotone: “Bologna grande squadra, ha mentalità”

Al termine della seduta mattutina c’è stata la consueta conferenza stampa pre partita del tecnico Davide Nicola. Sul Bologna, prossima avversaria dei pitagorici questa le considerazioni del mister: “È una squadra molto qualitativa, non c’entra niente con le squadre che lottano per la salvezza, perché ha una mentalità da grande squadra, gioca in ampiezza, utilizza molto le rotazione ed ha calciatori interessanti. Va presa con la giusta attenzione ma trattandola come una grande squadra. È una squadra che specie in casa è in grado di mettere in difficoltà le big, vedi Inter. Alza spesso i due terzini e i due centrali come fanno le grandi squadre”.

L’allenatore piemontese fa il quadro sulla situazione di alcuni calciatori in recupero: “Tonev ha ripreso, è ormai con noi, chiaramente non è al top, ci aspettiamo che dopo la sosta sia pienamente recuperato. Martella sta bene, è tra i disponibili, siamo tantissimi, nell’ordine delle 3-4 situazioni che proviamo sempre è possibile che ci siano dei cambiamenti. Io guardo l’avversario che incontriamo, lo stato di forma e sicuramente chi è più in forma per essere titolare nella singola partita”.

La gara con la Fiorentina è stata commentata positivamente dagli addetti ai lavori, e una chiave è stata trovata nell’utilizzo di Nalini sulla fascia destra e non come seconda punta, cosa che ha dato più imprevedibilità alla manovra: “Non siamo stati più offensivi di altre volte, lo dicono anche i numeri – commenta Nicola – abbiamo fatto un’ottima partita, ma finisce lì. Nalini ha caratteristiche diverse rispetto a Rohden, è un’ala ma dalle due fasi, sa difendere ed attaccare, gli equilibri la fanno sempre da padrona. È la coppia che ha lavorato meglio, se è la coppia meglio assortita lo dirà il campionato alla lunga”.

Finora Crotone che in trasferta ha balbettato raccogliendo un solo punto, e che viene dalla doppia sconfitta esterna con Sampdoria e Roma: “Quando saremo consapevoli che alcune dimostrazioni di coraggio si possono fare anche fuori casa – ammette il tecnico – allora potremo fare un passo avanti. Abbiamo incontrato due squadre forti ed abbiamo fatto più fatica, in altre circostanze abbiamo fatto la gara che dovevamo fare”.

Lascia un commento

Scroll To Top