Mma, Giulia Ceraudo pronta per i suoi primi campionati giovanili

Mma, Giulia Ceraudo pronta per i suoi primi campionati giovanili

Nuova avventura, questa volta mondiale, per Giulia Ceraudo dell’asd Team Cusato, che si allena nei locali della scuola Olimpia di Crotone, che nei giorni tre e quattro agosto prossimi parteciperà ai primi campionati giovanili di Mma (arti marziali miste) al Palapellicone di Roma. I suoi incontri sono stati fissati per il secondo giorno di gare. Mondiali fortemente voluti dalla Immaf (Federazione internazionale delle arti marziali miste) con la partnership della Figmma (Federazione italiana grappling arti marziali miste). È la prima volta che la giovane promessa delle arti marziali crotonese partecipa ad un mondiale e lo fa perché si è guadagnata i gradi sul tatami a suon di vittorie che le hanno permesso di far parte della nazionale italiana juniores in quanto vincitrice dei campionati italiani Figmma della sua categoria. Un posto conquistato e che le spetta di diritto. Il maestro Fabio Cusato sta preparando con scrupolo e puntiglio la giovane atleta che risponde bene alle sollecitazioni del maestro. Un lavoro certosino da fare sulla tenuta atletica, sulla tecnica e soprattutto sulla testa. L’approccio mentale alla gara è determinante e in questo Ceruado non è seconda a nessuno, ma il maestro Cusato non vuole lasciare nulla di intentato.

Roma ospiterà la prima manifestazione che si presenta già con grandi numeri, la concorrenza per la quindicenne Ceraudo sarà spietata, ben duecentosessantanove atleti di età compresa tra i dodici e i diciassette anni, provenienti da ogni parte del mondo: Stati Uniti, Irlanda, Ucraina, Inghilterra, Russia, Kazakistan, Italia, Albania, Bahrain, Bulgaria, Canada, Cipro, Repubblica Ceca, Repubblica Democratica del Congo, Messico, Finlandia, Portogallo, Germania, Australia, Libano, Galles, Sudafrica, India, Nuova Zelanda e Romania. Campionato che si preannuncia difficilissimo ma con regole bene precise, per gli atleti minori di diciotto anni saranno vietati i colpi alla testa, i più pericolosi.

Al suo angolo ci saranno il maestro Cusato oltre che il tecnico della nazionale Figmma Fabio Ciolli. Ceraudo si prefissa di seguire le orme della sua compagna di allenamento ossia quella Fabiana Giampà già vincitrice, in Bahrain nel 2017, del titolo mondiale Immaf e quindi continuare a dare lustro all’asd team Cusato, alla città di Crotone, alla Calabria e all’Italia intera.

Le arti marziali sono uno sport minore, nel quale non girano grosse cifre e se l’avventura della crotonese Ceraudo è possibile è solo grazie alla sensibilità di alcuni operatori economici del territorio Elio e Aldo Siniscalchi, Centro Sportivo Academy, Momò pizzeria, City drink, LM porte blindate e Ice Cream gelateria che hanno dato un contributo significativo che danno a Ceraudo la possibilità di tenere alto il nome di Crotone.

Lascia un commento

Scroll To Top