Metal Carpenteria Rari Nantes, che peccato. Sconfitta in casa della Cesport

Metal Carpenteria Rari Nantes, che peccato. Sconfitta in casa della Cesport

Cesport-Rari Nantes Crotone 7-5 (1-2; 2-2; 1-0; 3-1)

Cesport: Turriello, Bonocore 2, Di Costanzo 1, Parrella J, Iodice 1, Cerchiara, Simonetti, Esposito 1, Saviano 1, Cozzuto, Parrella 1, D’antonio, Bouchet. All: Iacovelli

Metal Carpenteria R.N. Crotone: Conti, Perez 1, Amatruda 1, Arcuri, Aiello, Namar, Candigliota, Morrone, Spadafora 3, Lucanto, Markoch, Latanza, Sibilla. All: Arcuri

Arbitri: Ferari, Sponza

C’è rammarico. Tanto rammarico e tanta rabbia. La Rari Nantes auditore spreca ancora l’occasione per portare a casa la prima vittoria stagionale. Questa volta c’è la netta sensazione di aver regalato 3 punti all’avversario con errori grossolani, di tecnica individuale e di posizionamento. La Metal Carpenteria Rari Nantes Crotone esce ancora sconfitta dalla 5a giornata del campionato nazionale di Serie A2 sul campo di gioco della Cesport. Dopo una partita giocata bene per i primi tre tempi. Sempre condotta nel punteggio e nella gestione del gioco, tatticamente, tecnicamente e fisicamente.

Abbiamo sbagliato troppoammonisce capitan Arcurisoprattutto con l’uomo più. Palleggi sbagliati, lentezza, assenza di ritmo. Tutto il contrario di quanto avevamo programmato e preparato. Loro sono una squadra compassata. Hanno sempre lo stesso ritmo. Noi al contrario dovevamo essere più veloci, più scattanti, avere più ritmo, come è nostro solito, per metterli in difficoltà. Invece ci siamo fatti irretire, inconsciamente, dalla sensazione di poter controllare la partita. Senza peraltro avere il pieno controllo nel punteggio. Abbiamo avuto tante opportunità di andare sul più due. Se al termine del terzo tempo fossimo stati con due o tre goal di vantaggio nessuno avrebbe potuto dire nulla. Ed invece al primo errore ci sono andati loro sul più due. E ci hanno punito. Incredibilmente!”.

Amaurys Perez dal centro ha letteralmente fatto impazzire i difensori della Cesport. Con goal ed espulsioni. Dal perimetro Riccardo Spadafora è stato preciso al tiro ed in regia. Ancora una volta la Rari crotonese esce dal campo con zero punti e con i complimenti per gioco. Ancora una volta ci si chiede come mai questa squadra sia ancora ferma a zero punti in classifica. Il rammarico è grande. Ma la voglia di andare oltre e la cattiveria sportiva saranno lo strumento utile per cercare di cambiare la rotta. Ad iniziare da sabato 19 gennaio. A Crotone arriverà la Roma Arvalia 2007. Squadrone da quattro vittorie si cinque in questo inizio. Con Vittorioso e Faiella cannonieri incredibili. Ma questo è il campionato della Metal. E sarà così fino al termine. Per cui testa e cuore oltre ogni ostacolo.

Un 2018 leggendario per la Metal Carpenteria Rari Nantes Crotone. E un 2019 alle porte che dovrà necessariamente rispettare le attese: quanto meno per rendere giusti festeggiamenti al 70esimo anno della Rari Nantes Crotone.

Lascia un commento

Scroll To Top