Metal Carpenteria, esordio a Santa Maria Capua Vetere con sconfitta

Metal Carpenteria, esordio a Santa Maria Capua Vetere con sconfitta

Acquachiara-Metal Carpenteria Crotone 10-5

Carpisa Yamamay Acquachiara: Rossa, Ciardi (1), Degregorio, Occhiello I., Pasca (2), Lanfranco M. (1), Occhiello M. (1), Lanfranco J. (1), Iula, Tozzi, Centanni, Briganti (3), Baldi (1). Allenatore Occhiello M.

Metal Carpenteria Rari Nantes Crotone: Conti, Perez (1), Amatruda, Arcuri V., Latanza, Candigliota, Namar, Morrone, Spadafora (2), Marcoch, Baraldi (1), Aiello (1), Sibilla.

Arbitri: Centineo e Scillato.

 

Metal Carpenteria Rari Nantes Crotone battuta all’esordio da un’ottima Acquachiara Napoli. Grintosi, scattanti, determinati, veloci, pericolosi da ogni posizione i ragazzi di mister Occhiello hanno disputato la partita perfetta. Sotto tutti i punti visti aggradendo dall’inizio alla fine gli uomini di mister Arcuri. Una Metal Carpenteria disattenta, confusionaria e troppo lenta quella che si è presentata a Santa Maria Capua Vetere. Frutto di una partenza troppo morbida che ha dato coraggio ai napoletani ed ha indirizzato la partita anche dal punto di vista della conduzione tecnica dei due arbitri.

La partita: pronti via e dopo un paio di minuti di conoscenza reciproca l’Acquachiara va in gol con Ciardi dal centro e replica immediatamente con Baldi da fuori. Reazione dei pitagorici che con Riccardo Spadafora accorcia le distanze sul 2-1. Neanche il tempo di battere ed un errore difensivo dei pitagorici produce il 3-1 di Briganti. Che chiude il primo tempo.

Secondo tempo da incubo per i pitagorici. Qualche errore di valutazione dei due arbitri soprattutto sugli interventi sul Centroboa crotonese e in fase di ripartenza napoletano agevolano il gioco aggressivo dei napoletani i quali con un 1-2 velocissimo portano il risultato sul 5-1 a loro favore. Tanti gli errori degli avanti pitagorici. Soprattutto con l’uomo più ed in fase di conclusione. Il portiere avversario compie un paio di parate importanti e la partita sembra essere indirizzata a favore dei ragazzi del Presidente Porzio.

Il terzo tempo si apre con un grande sussulto per la Rari. Subito in gol in due minuti con Baraldi e Aiello. Risultato 5-3. Poi probabilmente l’episodio che cambia la partita. Uomo più Crotone: errore a tu per tu con il portiere e ripartenza Acquachiara con Pasca che fissa il punteggio sul 6-3. Dal possibile -1 al +3 che taglia le gambe. Quarto tempo davvero ben amministrato dalla Acquachiara. Ad ogni colpo Metal rispondeva con un colpo. Segnano nell’ordine: Briganti, Perez, Pasca, Spadafora, Occhione e Lanfranco fissando il punteggio sul meritato 10-5.

Paghiamo lo scotto della matricola. Loro scendono dalla A1 noi saliamo dalla Serie B. Questo produce differenza, almeno inizialmenteha commentato capitan ArcuriSiamo stati un po’ lenti inizialmente e stranamente. Soprattutto in attacco. Loro sono stati tanto aggressivi. E i loro recuperi difensivi li hanno esaltati in attacco. Prendiamo tutto quello che c’è di buono e portiamolo a casa. Nella speranza di poterlo allenare adeguatamente. La nostra fase finale di preparazione è stata compromessa a dir poco. Non è un alibi. È solo un auspicio affinché si possa tornare nella vasca Olimpionica il prima possibile. I risultati odierni dicono che sarà un campionato a dir poco complicato. Abbiamo fatto un investimento, che va tutelato e protetto da tutti. Anche dalla città stessa”.
Appuntamento alle ore 14.00 di sabato 1 Dicembre, in casa, contro il Telimar Palermo (oggi vittorioso 11-10 contro la Roma Vis Nova).

Lascia un commento

Scroll To Top