Metal Carpenteria Crotone, inizio di campionato pessimo. Il Costa Viola vince in quattro set

Metal Carpenteria Crotone, inizio di campionato pessimo. Il Costa Viola vince in quattro set

METAL CARPENTERIA CROTONE-COSTA VIOLA VILLA S.G. 1-3

Metal Carpenteria Crotone: Bitonti, Braichuk, Capria, Cesario, De Franco, Franco, Manzo, Muscò, Pioli, Reale, Scida, Sitra, Cosentino Libero. All. P. Asteriti.

Costa Viola Villa San G.: Pizzimenti, Ambrosio, Chirico, Orlando, Giovinazzo, Cangemi, Bellantoni, Putortì, Lutri, Giordano Libero.

Arbitri e Segnapunti: Giorla di Soverato e Scavelli di Lamezia, Arabia di KR.

Metal Carpenteria KR – Costa Viola 1-3 Parziali 23/25 25/17 19/25 16/25

 

Scende la notte in casa Crotone che perde sul proprio campo 3-1 al termine di una gara strana per come iniziata 11-0 e per come è terminata con una sola squadra in campo, il Costa Viola, che gestiva con una facilità disarmante l’ultimo parziale senza mai trovare alcuna resistenza, portando a casa altri 3 punti che la rilanciano in classifica e lasciando nei bassifondi la squadra d mister Asteriti.

Pronti via 11-0 time out e cambi riportano il Crotone sotto, grazie ad uno sforzo enorme che porta il punteggio sul 22-22 poi mister Asteriti fa entrare Cesario che dovrebbe migliorare la battuta di Braichuk ma soprattutto la ricezione e la difesa, invece la risposta dalla giovanissima Cesario non arriva anzi due errori lasciano il via libera alla squadra ospite che ringrazia e porta a casa il set 25-23 tirando un sospiro di sollievo.

Al cambio campo mister Asteriti riparte con la stessa formazione del primo set convinto delle sue scelte e soprattutto fiducioso di vedere una reazione consona ad una squadra di spessore, l’inizio è altalenante, la regia di Reale viene sostituita da quella più lineare di Franco che da certezza sulle palle alte, lo stesso dicasi con il cambio della giovane Muscò su De Franco, e per incanto il Crotone trova il filo del gioco e rimette un serio scarto di punti fino al 18-11 il set sembra saldamente nelle mani del Crotone che amministra il vantaggio e porta a casa il pareggio 25-17.

Il 3 parziale lascia il segno nelle fila del Crotone che parte male e non sfruttane i time out tanto meno i cambi effettuati, la regia alternata di Reale e Franco, De Franco spenta rilevata da Scida e Bitonti fallosa in 2 linea rilevata da Cesario buttano nello sconforto una squadra che non ha più certezze, il Costa Viola con un gioco pulito semplice e redditizio porta a casa il set allungando dal 18-15 fino al 23-15 per poi chiudere il set.

La partita è bella e chiusa, le facce non sono di quelle battagliere, gli ospiti capiscono il momento, la regia di Chirico una spanna su tutte è perfetta, spiazzando il muro e soprattutto la difesa del Crotone che tra Cosentino (rilevata nel ruolo di libero da Cesario) e Manzo rilevata a metà set addirittura da Reale, non riescono ad arginare le folate del Costa Viola, mister Asteriti tenta la carta Pioli in campo pur sapendo che la condizione fisica ancora latita, ma spera in una sferzata per il morale, purtroppo l’encefalogramma è piatto per cui si assiste alla fine del set e della partita quasi inerme perdendo 25-16.

Mister Asteriti: “Non abbiamo più scuse o alibi, dopo 3 gare tutte con lo stesso filo conduttore possiamo affermare che abbiamo un approccio alla gara pessimo, regalare il 1 set a tutte le squadre che abbiamo incontrato fino ad ora, ci mette nelle condizioni di dover sprecare energie nella rimonta, di giocare con un grande nervosismo e di non rendere invece per il potenziale che questa squadra ha; urgentemente dobbiamo guardarci in faccia e trovare le soluzioni per tirarci fuori da questa situazione“.

Lascia un commento

Scroll To Top