Metal Carpenteria Crotone, abbattuta la capolista Yamamay Lamezia

Metal Carpenteria Crotone, abbattuta la capolista Yamamay Lamezia

METAL CARPENTERIA CROTONE-YAMAMAY LAMEZIA 3-0
Parziali set: 25-12, 25-17, 25-17

METAL CARPENTERIA CROTONE: Pioli, M. Reale, S. Reale, D. Cosentino, Previtera, Stasi (L), Bitonti, Pacecca (L2), Scida, A. Cosentino, Cesario, Muscò, Lorenzetti. Allenatore: Asteriti

YAMAMAY LAMEZIA: L. Mercuri, Cirifalco, Buonfiglio, Romanelli, C. Mercuri, Spaccarotella (L), Ambrosi, Ruberto, De Sandro, Martino, Cataneo. Allenatore: Guzzo

ARBITRI: Giorla ed Esposito di Catanzaro.

NOTE: durata set 20’, 22’, 22’. Tot.: 62 min.

CROTONE – Perfette. E’ questo l’unico aggettivo per descrivere le ragazze di mister Asteriti. La Metal Carpenteria ha asfaltato la capolista del campionato (che ha perso anche la prima posizione in classifica) con un 3-0 netto, nettissimo. I parziali dimostrano come le pitagoriche abbiano dominato in lungo e in largo un match in cui le lametine non sono mai riuscite a controllare, rimanendo spettatrici non paganti di uno spettacolo di marca crotonese. Il tecnico di casa conferma le variazioni delle ultime uscite, piazzando Debora Cosentino come centrale e Silvia Reale in posto quattro. Nelle prime battute Lamezia vuole fare la voce grossa e si porta immediatamente sul 6-2. Sarà un fuoco di paglia, e quello rimarrà il massimo vantaggio in un parziale per la formazione di Guzzo. La Metal Carpenteria infila un break di 8-0 e fa virare il match dalla propria parte. Le padrone di casa lottano su ogni pallone, Stasi ingaggia un duello personale con le schiacciatrici avversarie e alza da terra anche le mosche, Bitonti e Silvia Reale sono imprendibili, la regia di Miriam Reale è varia e mai banale mentre in mezzo Previtera e Cosentino agiscono d’agilità e fanno pesare il muro. A questo si aggiunge la grande gestione di colpi di Pioli che, pur non essendo al meglio, gioca col cervello arrivando sempre a capire in anticipo le intenzioni della difesa lametina. Risultato? Si arriva sul 24-9, un paio di set-point annullati ma la Metal Carpenteria chiude sul 25-12. Nel secondo parziale non cambia praticamente nulla. Ne squadre scendono in campo con le stesse formazioni e Crotone inizia immediatamente a martellare. Guzzo sente che qualcosa non va e sul 7-5 in proprio sfavore chiama il primo time-out, il secondo invece arriva sul 15-9 sempre per la Metal Carpenteria. Si va avanti tenendo questo margine, Pioli e compagne non mollano nemmeno un pallone e non c’è storia. Nel terzo e decisivo gioco la parte iniziale vive di una fase di sostanziale equilibrio, Lamezia conduce per 9-8 ma un doppio break delle pitagoriche le riporta in vantaggio. La Yamamay sente la pressione e continua a sbagliare tanto in battuta, non è così per Crotone che guadagna nuovo margine, si porta sul 16-11 e poi va a chiudere senza problemi sul 25-17. «Mi aspettavo da tanto tempo una partita del genere, probabilmente è stata la migliore dell’anno. Arriva in un momento importante della stagione visto che tra poco inizieranno i playoff, naturalmente non posso che essere soddisfatto».

>>> CLICCA QUI per vedere la classifica del campionato.

Lascia un commento

Scroll To Top