Messina-Isola Capo Rizzuto 3-0, tabellino e commento al match

Messina-Isola Capo Rizzuto 3-0, tabellino e commento al match

MESSINA-ISOLA CAPO RIZZUTO 3-0

MESSINA: Rinaldi, Polito (30’ st Bossa), Cozzolino, Migliorini, Cassaro, F. Bruno (38′ st Manetta), Rosafio, Lia, Yeboah (31’ st Mascari), Lavrendi (45′ st Bettini), Ragosta (36′ st Cocuzza). A disp. Meo, Bucca, Balsamà, Granado. All. Giacomo Modica.

ISOLA CAPO RIZZUTO: Pullano, A. Bruno, Scuteri, C. Caterisano (26’ st Nebbioso), Magliano, Assisi, Berlingeri, Ennin (45′ st Policastrese), Pellizzi, Calabretta (15’ st Colacchio), Cristiano. A disp. S. Caterisano, Iorfida, Basile, Liperoti, T. Bruno. All. Giovanni Pisano.

ARBITRO: Andrea Bianchini di Perugia (Cerilli e Pressato di Latina).

MARCATORI: 39′ pt Yeboah (M), 45′ st Rosafio (M), 47′ st Rosafio (M).

 

MESSINA. Esordio amaro sulla panchina dell’Isola Capo Rizzuto per il neo tecnico dell’Isola Capo Rizzuto Giovanni Pisano. La squadra giallorossa esce sconfitta con un secco 3-0 dal “Franco Scoglio” di Messina, certo non un terreno facile considerando che in passato questo stadio ha ospitato squadre del calibro di Inter, Juventus, Milan, Roma e tante altre nei campionati disputati nella massima serie. Dunque poco ha potuto l’ex bomber di Cosenza, Genoa e Salernitana che ha preso in mano la squadra soltanto sabato ed è stato presentato alla stampa nel tardo pomeriggio di ieri.

Pisano ha preso il posto di Marsala, allenatore ad interim in seguito alle dimissioni di Mesiti, va però detto che il giovane tecnico isolitano nelle due partite in panchina è riuscito a conquistare due risultati utili consecutivi pareggiando prima a Roccella e poi in casa contro la corazzata Vibonese. Due partite che hanno confermato le grandi qualità tecniche di Marsala che ha mostrato di essere pronto per il grande salto. La società ha però deciso di cambiare affidandosi a Pisano voluto in panchina dal neo direttore sportivo Daniele Piraino. Entrambi sono stati ufficialmente presentati ieri alla stampa.

Tornando alla partita la squadra giallorossa, frutto ancora del lavoro di Marsala, non ha certo demeritato giocando per novanta minuti alla pari del Messina. Nella prima mezz’ora la partita offre diversi capovolgimenti di fronte, i padroni di casa si rendo pericolosi con un colpo di testa di Yeboah e successivamente Pellizzi sfiora l’eurogol dalla distanza per l’Isola. Poi è ancora Yeboah per il Messina che colpisce in piena la traversa e nell’azione successiva clamorosa svista arbitrale ai danni dell’Isola, il giovane canadese Ennin si lancia a tu per tu verso la porta peloritana, Rinaldi interviene con un piede e lo mette giù, rigore netto come evidenziato anche dalle immagini ma l’arbitro lascia correre. Al 39’ arriva il vantaggio dei padroni di casa, tiro di Ragosta deviazione di Pullano e gol facile di Yeboah che riscatta il penalty fallito contro Lamberti di due settimana fa con la maglia del Roccella.

Nella ripresa due gol annullati, entrambi regolari, prima il possibile 1-1 giallorosso di Colacchio e poi allo stesso Yeboah che aveva fatto un gol simile a quello del vantaggio. In pieno recupero, con l’Isola ormai completamente riversata all’attacco, il Messina chiude la partita con un doppietta di Rosafio. L’Isola non ha schierato nessuno dei nuovi arrivati, panchina per Iorfida, tribuna per Caique Flores e Viggiani.

Lascia un commento

Scroll To Top