Mesoraca, salta la fusione! Il rammarico del presidente Marrazzo

Mesoraca, salta la fusione! Il rammarico del presidente Marrazzo

Negli ambienti sportivi di Mesoraca all’ordine del giorno della discussione c’è sempre la mancata fusione tra la S.S. e la Pro Mesoraca.  L’appello lanciato qualche settimana addietro dal sindaco Armando Foresta  non è stato raccolto e la situazione è rimasta ferma al punto di partenza. Sull’argomento ha fatto conoscere il suo pensiero il presidente della S.S. Mesoraca Pasquale Marrazzo: “Fin dall’anno scorso, parlo del mese di ottobre 2012, si è iniziato a parlare di fusione ed io sono stato favorevole al progetto per poter dar vita ad una sola società, più forte e dai programmi ambiziosi. Sì, perché è dall’inizio della passata stagione che c’era già l’intenzione di allestire una sola squadra di calcio. Ci siamo incontrati a cena un paio di volte con Mimmo Londino, presidente della Pro Mesoraca, e ad altri dirigenti e le proposte e le idee combaciavano perfettamente tanto che, per sommi capi, si era già arrivati ad un accordo che prevedeva, tra le altre cose, l’allontanamento dei dirigenti che non si trovavano in sintonia”.

Poi cosa è successo?

“Solo nel mese di Aprile, da insistenti voci di corridoio, arrivano le prime avvisaglie di un passo indietro  non preventivato e chiedo spiegazioni al segretario Francesco Cistaro e al cassiere Fabio Lamanna, i quali mi informano che alcuni dirigenti sono irremovibili e quindi ci sarà bisogno di altro tempo ancora per trovare una soluzione.  A fine mese arriva una seconda versione e questa volta sono i calciatori che rifiutano tutto il processo innovativo”.

Cosa hai pensato a questo punto?

“La cosa mi ha un po’ infastidito e sono rimasto stupito da queste motivazioni che sono sembrate puerili e quasi una scusa per far saltare tutto. A questo punto attendo una riunione fissata nei giorni scorsi con il sindaco e l’assessore allo sport per avere chiarimenti ufficiali, ma il giorno stabilito la dirigenza della Pro Mesoraca, con motivazioni varie poco credibili, diserta l’incontro e questo è il segnale chiaro delle loro intenzioni.  Io, quindi, ho fatto tutto il possibile fino all’ultimo istante e nessuna colpa può essere addebitata al sottoscritto”.

Visto che rimani convinto della fragilità delle motivazioni addotte,  ci puoi spiegare che cosa realmente ha provocato questa situazione?

“Io credo di conoscere il vero motivo e per il momento lo tengo per me. In seguito sicuramente renderò pubblico tutto”.

Per finire come si sta muovendo la S.S. Mesoraca?

“Noi stiamo già lavorando per allestire una squadra competitiva e siamo in contatto con alcune pedine ritenute fondamentali per un consistente salto di qualità. Certamente non vogliamo ripetere il campionato di quest’anno  e ci attrezzeremo, anche dal punto di vista disciplinare, con regole ferree che tutti devono rispettare”.

Lascia un commento

Scroll To Top