Mazzotta dal dischetto esalta un buon Crotone. Brescia sconfitto e nervoso, Paci da censura

Mazzotta dal dischetto esalta un buon Crotone. Brescia sconfitto e nervoso, Paci da censura

CROTONE-BRESCIA 1-0

CROTONE: Gomis, Del Prete, Suagher, Ligi, Mazzotta, Matute, Crisetig, Cataldi (ì32′ st De Giorgio), Bernardeschi, Diop (39′ st Ishak), Bidaoui (19′ st Dezi). In panchina: Secco, Cremonesi, Meola, Galardo, Giannone, Pettinari. Allenatore: Drago

BRESCIA: Cragno, Paci, Coletti, Di Cesare, Mandorlini, Benali (13′ st Olivera), Budel (22′ st Valotti), Grossi, Scaglia, Caracciolo, Corvia (26′ st Kukoc). In panchina: Arcari, Freddi, Camigliano, Finazzi, Gargiulo, Lancini. Allenatore: Bergodi

ARBITRO: Cervellera di Taranto (Peretti e Gava)

MARCATORE: 21′ pt Mazzotta (rig.)

NOTE: Ammoniti: Di Cesare, Benali, Olivera e Kukoc (B); Diop e Ligi (C). Espulso: al 48′ st Paci (B) per una gomitata.

CROTONE – Vittoria importante nell’anticipo serale del venerdì per la squadra di Massimo Drago che batte il Brescia e lo scavalca in classifica, portandosi momentaneamente al quarto posto in attesa del resto delle gare. Successo meritato e sofferto soltanto nel finale, contro un Brescia che ha fatto davvero poco in tutta la partita, e che ha pagato un primo tempo rinunciatario.

La squadra calabrese ha subito preso in mano il pallino del gioco, rendendosi pericoloso con un Bidaoui ispirato che in diverse circostanze è riuscito ad arrivare alla conclusione. La rete della vittoria è arrivata grazie ad un rigore procurato da Diop con un tiro deviato col braccio da Di Cesare. Dal dischetto Mazzotta spiazza il portiere siglando la sua prima rete in serie B. La reazione dei lombardi è nulla, il Crotone gestisce bene nella prima frazione.

Nella ripresa la squadra di Bergodi ci mette maggiore grinta, alza un po’ il baricentro ma non impegna quasi mai Gomis se non con tiri velleitari. Il Crotone prova a pungere in contropiede e per due volte Bernardeschi sfiora la rete, così come Bidaoui. Solo nel finale la squadra ospite pressa con decisione e al 92′ trova la traversa con un colpo di testa di Caracciolo sugli sviluppi di un corner.

Un minuto dopo Paci, in proiezione offensiva, viene giustamente espulso per una gomitata a Suagher. Il giocatore, uscendo dal terreno di gioco, insulta i tifosi rossoblù della tribuna e della curva, anche con epiteti razzisti. Un episodio incredibile per un calciatore della sua esperienza che ha giocato in A per diverse stagioni, anche in squadre meridionali. Dopo il fischio finale, Di Cesare tenta di aggredire dei calciatori crotonesi, ma viene fermato con forza da Caracciolo che con grande buonsenso lo spinge negli spogliatoi.

Lascia un commento

Scroll To Top