Martial Kroton Ryu, si chiude un anno pieno di soddisfazioni

Si è chiuso in un clima festoso l’Anno Accademico 2012/2013 dell’ASD Martial Kroton Ryu. Quest’anno si è celebrata, con delle particolari premiazioni, anche la chiusura del 1° Quadriennio Olimpico Fijlkam 2009/2012, nel quale la Martial, attraverso l’attività agonistica iniziata nel 2010, si è subito distinta nel panorama nazionale delle associazioni sportive dilettantistiche. Tutti gli atleti, schierati in un variopinto scenario di cinture, hanno dato dimostrazione e prova delle capacità tecniche acquisite durante questo ultimo anno di faticoso allenamento. Ogni allievo, dal più giovane dei Baby Dragon al più anziano dei Master, ha contribuito a trasformare la serata in un mirabile e appassionante galà del Karate. Grande riconoscimento ha rappresentato l’impegno di tutti per il M° Francesco Bellino il quale, coadiuvato dai suoi collaboratori Salvatore Rocco e Raffaele Sestito, ha mostrato in questa occasione al pubblico che gremiva gli spalti del PalaMilone, i frutti di un alacre e fecondo impegno.

Evidenti i risultati di un’attività condotta con professionale passione dal Maestro, evidente la devozione degli allievi agli insegnamenti dello stesso. Un rapporto fondato sulla stima e sul rispetto reciproci e sul comune amore per una disciplina che, se insegnata con serietà e profondamente appresa, contribuisce alla crescita non solo fisica dell’individuo ma anche alla sua maturazione spirituale. Questo è l’obbiettivo primario dello Sport e, da sempre, fine ultimo delle arti marziali.

Con il costante impegno in ambito agonistico, la Martial può fregiarsi di un’invidiabile posizione nelle classifiche federali nazionali della Fijlkam (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali). 5 titoli nazionali, 21 titoli internazionali e circa 50 titoli regionali costituiscono il nutritissimo palmares che la ormai rinomata scuola detiene. Fra le prime 100 società su più di 600 in Italia, essa merita ampiamente l’alto prestigio sportivo di cui gode.

Non solo agonismo, però, ma anche kata e applicazioni per la difesa personale che costituiscono la quintessenza della “Via della Mano Vuota” e il lascito ereditario dei Grandi Maestri. Notevole e molto apprezzata dal pubblico anche una innovativa forma di espressione artistica, il Sound Karate, che costituisce un felice e pregevole connubio tra le movenze della disciplina marziale, la musica e la danza.

Ma non è tutto. Oltre, infatti, alle riconosciute doti tecniche del Maestro, dei collaboratori e dei praticanti di ogni età, ciò che traspare in modo altrettanto evidente è il senso di amicizia e di lealtà che come un filo rosso intreccia i rapporti tra questi. Una grande, compatta e bene assortita famiglia, caratterizzata da un costante e quotidiano impegno, imprescindibile e fondamentale per la crescita della Scuola. Molti sono stati gli apprezzamenti da parte degli ospiti illustri della serata come: l’assessore alle attività sportive di Crotone Sig. Claudio Molè, il presidente del Coni della provincia di Crotone Claudio Perri, il delegato Fijlkam della provincia di Crotone Maestro Enzo Migliarese e la Dott.ssa Giulia Magarò segretaria provinciale dell’UDC e attiva collaboratrice della Martial. Attesa anche la presenza di un rappresentante della provincia di Crotone, il consigliere comunale Sig. Enrico Pedace e il Presidente del consorzio “Momenti di Gloria” del Palamilone, il Prof. Aldo Brugellis, i quali per impegni istituzionali non sono stati presenti.  Prossimamente, in altri comunicati stampa, si entrerà nei dettagli della splendida serata Marziale.

Lascia un commento

Scroll To Top