Marrone al 90′: il Crotone sbanca Frosinone nel Boxing day

Marrone al 90′: il Crotone sbanca Frosinone nel Boxing day

FROSINONE-CROTONE 1-2

FROSINONE: Bardi; Brighenti, Ariaudo, Krajnc; Paganini, Haas, Maiello, Gori, Zampano; Dionisi, Ciano (dal 26′ st Trotta). In panchina: Bastianello (GK), Iacobucci (GK), Eguelfi, Salvi, Szyminski, Beghetto, Tribuzzi, Vitale, Novakovich, Citro, Matarese. Allenatore: Nesta.

CROTONE: Cordaz; Cuomo, Marrone, Golemic; Mustacchio (dal 33′ st Rutten), Messias, Barberis, Molina, Mazzotta; Vido (dal 25′ st Gomelt), Simy. In panchina: Festa (GK), Figliuzzi (GK), Bellodi, Gigliotti, Rodio, Curado, Zak, Evan’s, Itrak. Allenatore: Stroppa.

ARBITRO: Ghersini di Genova.

MARCATORI: 24’ pt Mazzotta (C), 44’ pt Paganini (F), 45’ st Marrone (C).

AMMONITI: Simy (C), Kranjic (F), Brighenti (F).

 

Dopo 4 sconfitte consecutive lontano dallo Scida, il Crotone torna a far punti in trasferta e lo fa nel migliore dei modi. Nel giorno di Santo Stefano i rossoblù si fanno un altro regalo di Natale, dopo il successo col Livorno, e vincono al Benito Stirpe di Frosinone. In piena emergenza per le tante assenze Stroppa conferma Vido in attacco e mette Messias e Molina come mezzali, mentre in difesa Cuomo viene preferito a Gigliotti che viene fatto rifiatare.

Il Crotone parte bene ed ha due ottime occasioni nella prima metà del primo tempo: di testa Vido manda di poco a lato, e Barberis di sinistro costringe Bardi ad una difficile parata in tuffo. Preludio al gol che arriva al 24′ al culmine di una azione ben congegnata: Barberis serve corto Vido al limite dell’area, l’attaccante di prima allarga per Mustacchio che mette in area un cross basso e perfetto per Mazzotta che sul secondo palo si fa trovare pronto. La reazione del Frosinone è sterile, il Crotone sembra poter controllare ma al 44′ Ciano pesca con un grande assist Paganini sul lato destro dell’area piccola, bravo l’esterno ciociaro a trafiggere Cordaz.

Nella ripresa subito squillo del Crotone con un sinistro di Messias parato da Bardi, poi però i pitagorici calano ed i padroni di casa sembrano poterci provare. La grande occasione ce l’ha Dionisi, lanciato davanti a Cordaz dal solito Ciano, ma il capitano è bravo a restare in piedi fino all’ultimo ed a parare di piede. Squadre stanche nell’ultimo quarto d’ora, ma Messias al 90′ è bravo a conquistare una punizione sul lato sinistro dell’area. Batte Barberis, testa di Mazzotta sul quale Bardi compie un miracolo respingendo però sul secondo palo dove c’è la testa di Marrone pronta a siglare l’1-2. Non produce effetti il forcing finale del Frosinone ed il Crotone porta a casa tre punti fondamentali in una situazione difficile.

Lascia un commento

Scroll To Top