Maratona di Roma, Carvelli al traguardo con la bandiera del Crotone calcio

Maratona di Roma, Carvelli al traguardo con la bandiera del Crotone calcio

(nella foto Antonio Carvelli a destra)

A consacrarne il battesimo della 20° edizione della maratona di Roma, pioggia e vento per renderne ancora più indelebile il ricordo. Al via agli oltre 19.000 atleti assiepati sui Fori Imperiali lo dà il sindaco Marino in diretta tv anche se sul traguardo ne giungeranno ‘solo’14.500 circa viste le difficoltà del tracciato e del clima non certo clemente.

Oltre il meteo a rendere ancora più difficoltoso un percorso suggestivo, 8 km di sampietrini e 77 cambi di direzione. Il solito dominio africano con vittoria conquistata dall’etiope Shume Legese Hailu in 2h09’47’’ davanti al connazionale Sisay Jisa (2h11’20’’). Primo degli italiani, il barlettano Domenico Ricatti (2h15’40’’) giunto quarto assoluto. Lo aveva detto e lo ha fatto,essere presente a quest’evento importantissimo a livello internazionale,stiamo parlando del podista crotonese, instancabile Antonio Carvelli tesserato con la società bruzia K42 che gia nei primi momenti dello start viene inquadrato a lungo in diretta Tv.

Dopo la Giulietta&Romeo half maraton di Verona e poche settimane fa la Roma-Ostia, chiuse entrambe con un record personale, pur non avendo grande preparazione sulla lunga distanza (42km 195 metri) non è voluto mancare alla 20° edizione della maratona di Roma, si è presentato nel migliore dei modi affrontando una maratona già dura per via del percorso e del clima, a complicargli le cose e compromettere quelli che sono i suoi ottimi tempi di maratoneta,un crampo al 41km poco prima di giungere al traguardo, perdendo così circa 5’ e chiudendo comunque con un buon 3h03’09”.

La chicca è che Antonio attraversa il traguardo con la bandiera del Crotone calcio in bella vista, sorprendendo il pubblico e gli spettatori presenti sia sugli spalti che quelli in diretta Tv che seguono Raisport2, che gli attribuiranno un meritato incitamento e applauso per essersi portato dietro per ben 42km una bandiera che certo avrà contribuito a non rendergli facile la corsa. «Sono soddisfattissimo – dichiara Carvelli – ci tenevo ad esserci per una promessa fatta, mi interessava arrivare alla fine. Certo il crampo al 41 kilometro avrei potuto evitarmelo, ma ogni maratona è diversa dalle altre. Abbiamo la certezza di partire, ma mai quella di arrivare. Sono rimasto piegato a terra e non riuscivo a ripartire, poi dopo un po’ ho cercato di reagire e con quel pochino di lucidità mentale che ho ritrovato, mi sono ricordato della bandiera che mi sono portato dietro per ben 42 km e li ho avuto lo scatto d’orgoglio e la voglia di arrivare a fare quelle poche centinaia di metri che mi mancavano per concludere la maratona e sventolare la bandiera di Crotone e del Crotone Calcio che so di essere stata di buon auspicio con la partita di martedì scorso contro 
il Lanciano».

Archiviata quest’altra importantissima maratona,antonio è in partenza per la Toscano dove il 06 aprile correrà la Half Marathon Firenze aggiungendo così un altro tassello importante al suo curriculum sportivo e regalando anche la presenza e i valori di un fantastico runners purosangue crotonese allo sport.

Lascia un commento

Scroll To Top