L’Isola Capo Rizzuto vola con Corsale e Piemontese: Vigor ko e primato consolidato

L’Isola Capo Rizzuto vola con Corsale e Piemontese: Vigor ko e primato consolidato

POLISPORTIVA ISOLA CAPO RIZZUTO-VIGOR LAMEZIA 2-0

POL. ISOLA CAPO RIZZUTO: Lamberti, Germinio, Scuteri, Tricarico (36’ st Trentinella SV) Itri, Ginobili, Foderaro, Artese, Piemontese (1’ st Angotti), Corsale (21’ st Cordiano), Di Micco. In panchina: Pullano, Ribecco, Mancuso, Mendoza. All. Salerno.

VIGOR LAMEZIA: Marino, Iannazzo, Pasqualino, A. Ferraro, Ottonello, Bertini, L. Ferraro (20’ st Sacco), Cavatorti (1’ st Aleksiev), Conversi, Leta, Marano (28’ st Crucitti). All. Andreoli.

ARBITRO: Russo di Torre Annunziata (Rispoli di Locri; Ferragina di Catanzaro).

MARCATORI: 18’ pt Corsale, 42’ pt Piemontese

NOTE: Spettatori 800 circa (100 circa ospiti). Ammoniti: Artese, Scuteri, Angotti (I), Conversi, Cavatorti (V). Angoli 6-5 per l’Isola. Recupero: 1’pt; 5’st.

ISOLA CAPO RIZZUTO: Che spettacolo al Sant’Antonio, l’Isola vince e diverte nell’anticipo di Eccellenza contro la Vigor Lamezia, una delle dirette concorrenti al titolo. La squadra di Salerno ha chiuso la pratica già nel primo tempo, fallendo anche altre nitide occasioni da gol. La Vigor ha mostrato davvero molto poco, difficile lottare in Eccellenza con una mentalità così arrendevole. Male tutti i reparti, confusione in difesa, poco filtro a centrocampo e leggera in attacco, il solo Conversi, false nueve, ha fatto quello che ha potuto. Positivo, nella ripresa, l’esordio del bulgaro Aleksiev. Nell’Isola giocano bene tutti, da Tricarico a Scuteri, perfetta la linea difensiva, brilla soprattutto il giovane Di Micco, protagonista in entrambe le marcature giallorosse.

La partita vede un primo tempo nettamente in mano agli uomini di Salerno, anche se il primo sussulto lo danno gli ospiti con una conclusione debole di Marano che poteva senza dubbio sfruttare meglio. L’Isola prende campo e ci prova due volte con Foderaro, sul fondo la prima conclusione, parata la seconda. Al 18’ arriva il vantaggio, Artese va via sulla fascia destra, perfetto pallone in mezzo, Di Micco anticipa Pasqualino e di testa serve l’accorrente Corsale, tiro di prima intenzione e palla imprendibile per Marino. 1-0. Bella la giocata di Artese. Poco prima della mezz’ora lo stesso Artese ci prova di testa, tiro deviato in angolo da un difensore. Poi sale in cattedra Di Micco, prima si rende due volte pericoloso sfiorando il gol con due conclusioni velenose, poco dopo, precisamente al 42’, conclude un preciso assist per Piemontese la grande azione corale dell’Isola che porta al 2-0.

Questa, però, va raccontata nei dettagli: Scuteri intercetta un offensiva ospite a ridosso dell’area di porta, appoggia su Itri, da questi palla a Tricarico e poi ancora Itri che allarga per Ginobili, palla al centro ancora per il metronomo Tricarico che la gira nuovamente a sinistra su Corsale che vede la sovrapposizione di Scuteri e lo fa partire, subito palla a Di Micco, il giovane classe ’97, si lancia nello spazio al centro, arriva a ridosso dell’area e fa passare il pallone tra Ferraro e Bertini, facendolo arrivare diritto sui piedi di Piemontese, il cobra giallorosso aggancia, supera Marino con un movimento fulmineo e mette in rete. Dieci passaggi in venti secondi attraversando tutto il campo, sette calciatori coinvolti. Azione da manuale del calcio. Applausi. Prima della fine del tempo Tricarico sfiora il 3-0 al termine di una bella azione personale, il tiro sfiora il palo.

Durante l’intervallo, Piemontese resta negli spogliatoi per un affaticamento, al suo posto Angotti, cambia anche la Vigor, in campo l’ultimo arrivato, l’attaccante bulgaro Aleksiev al posto di Cavatorti. Ed è proprio il bulgaro a dare una scossa al reparto avanzato ospite, provandoci più volte ma senza, tuttavia, prendere bene la mira. L’Isola si fa vedere con Corsale e Foderaro, anche in questo caso mira da sistemare. Al 23’ ci prova Marano su punizione, palla sulla barriera. La partita va via via scemando, l’Isola sembra avere ormai in mano il controllo del match, ci prova ancora Foderaro per i giallorossi, conclusione respinta, e Aleksiev per gli ospiti, in un altro paio di occasioni, ma sempre con lo stesso risultato, palla sul fondo. Finisce 2-0, l’Isola resta saldamente al comando e allontana la Vigor a meno otto dopo appena quattro giornate. Mercoledì si torna in campo per la Coppa Italia, al Sant’Antonio arriva l’Atletico Maida dopo lo 0-3 dell’andata.

la squadra della Polisportiva Isola C.R.

la squadra della Polisportiva Isola C.R.

Isola in gol

Isola in gol

Lascia un commento

Scroll To Top