L’Isola Capo Rizzuto torna a sorridere: poker al Brancaleone con un super Covelli

L’Isola Capo Rizzuto torna a sorridere: poker al Brancaleone con un super Covelli

ISOLA CAPO RIZZUTO-BRANCALEONE 4-1

POL. ISOLA CAPO RIZZUTO: Lamberti, De Luca, Scuteri, Viscomi (32’ st Bergese), Minutolo, G. Bruno (95), Tipaldi (96), Ribecco, Covelli, Russo (95) (27’ st Marchio (95)), Rizzo (35’ st Marano). In panchina: Petrellese, Marsala, Caterisano, Girasole. All. Leone.

BRANCALEONE: Loccisano, Romeo (96), Serra (96), (28’st Bruzzantini (95)) Tripodi (96), Scigliano, S. Galletta (18’st Federico), G. Galletta, De Leo, Rubertà (18’st D. Galletta), Foti, Savasta. In panchina: Scalici, Lucciasano, Borrello, Morabito. All. Laface (in tribuna per squalifica).

ARBITRO: Massaria di Vibo (Montesanti di Lamezia, Naccari di Vibo).

MARCATORI: 24’pt Russo, 32’ Covelli, 41’ Savasta (B), 12’st Rizzo, 36’st Covelli.

NOTE: Spettatori 100 circa (causa forte pioggia). Angoli 5-2 per l’Isola. Recupero 1’pt; 4’st

 

ISOLA CAPO RIZZUTO (Kr): Porta bene la presenza del presidente Leonardo Sacco in panchina, che proprio in settimana aveva strigliato la squadra, confermando allo stesso tempo la massima fiducia in tutto il gruppo e nello staff tecnico. Vittoria doveva essere e vittoria è stata, grazie alla grande voglia di riscatto di un gruppo che si mostra ancora più forte nei momenti di difficoltà, una grande prova di forza che ha annientato l’ottimo Brancalone di mister Laface che arrivava da tre vittorie consecutive. Mattatore dell’incontro il bomber Francesco Covelli, autore di una doppietta e di una prestazione nettamente sopra le righe.

La partita nei primi minuti è fortemente condizionata dal forte vento e dall’abbondante pioggia, infatti per circa venti minuti non succede praticamente nulla, poi le squadra iniziano ad adattarsi al clima e il match inizia a scorrere con più emozioni. Al 22’ è Ribecco a creare il primo pericolo della partita, il suo colpo di testa termina di poco a lato, poco dopo ci prova Tipaldi con una conclusione al volo, fuori di poco. L’Isola inizia ad alzare il baricentro, chiude gli ospiti nella propria metà campo e al 24′ trova il vantaggio con un gran gol del giovane Angelo Russo: Cross teso di Scuteri, altro grande protagonista del match, tocco all’indietro di Rizzo e gran conclusione del classe ’95, traversa, palo e gol. L’Isola preme, ci crede e poco dopo la mezz’ora trova il raddoppio, ancora assist di Scuteri su un perfetto calcio d’angolo, testa di Covelli in tuffo e palla in rete, 2-0. Al 35′ Galletta entra in area e va giù, l’arbitro lo ammonisce per simulazione. al 41′ gli ospiti accorciano col solito Savasta, il bomber siciliano trova la rete con un gran colpo di testa, non può nulla Lamberti. In pieno recupero occasionissima Isola con Scuteri che sbaglia l’ultimo passaggio, purtroppo la pioggia non permette grandi giocate.

Nella ripresa il copione non cambia, già in avvio Rizzo si divora la palla del 3-1 sciupando da pochi passi. Al 12′ il bomber non sbaglia, cross dalla destra di De Luca e testa del numero 11 che realizza il quattordicesimo gol stagionale. A questo punto la partita non ha più storia, il Brancaleone prova qualche timida avanzata ma sono sempre Viscomi e compagni ad avere in mano il pallino del gioco. Intanto la pioggia continua a cadere incessantemente, inizia la girandola di cambi per entrambe le formazioni che fa così scorrere il tempo fino alla mezz’ora. Al 36′ Covelli trova l’eurogol che chiude definitivamente il match, bolide ben piazzato da 40 metri, palla che cammina precisa verso l’incrocio dei pali e si insacca. L’Isola continua ad inseguire il “sogno” secondo posto, il Brancaleone rimane a ridosso della zona play out.

Lascia un commento

Scroll To Top