L’Isola Capo Rizzuto si aggiudica il primo storico derby col Sant’Anna

L’Isola Capo Rizzuto si aggiudica il primo storico derby col Sant’Anna

POLISPORTIVA ISOLA CAPO RIZZUTO-SANT’ANNA 4-0

POL. ISOLA CAPO RIZZUTO: Lamberti, De Luca, Caterisano, Girasole, Minutolo, Marsala (35’ st Scuteri), Filoramo (10’ st Tipaldi), Ribecco, Rizzo, Errigo, Marchio (25’ st Russo). In panchina: And. Bruno, G. Bruno (95), Mercurio, Leone. All. Leone.

US SANT’ANNA: Menzà, Bagnato, Pesce, Petrocca, Venneri (12’ st Fragale), Ciampà, Muto, Felicetti (24’ st Fico), Salvemini, Federico, Pirillo (18’ st Gerace). In panchina: Giardina, Samake, Leone. All. Mastromarco.

ARBITRO: Carvelli di Crotone (Benedetto e Varano di Crotone).

MARCATORI: 30’ Filoramo, 4’st Girasole, 6’st Minutolo, 10’st Rizzo.

NOTE: Ammoniti: Muto (S). Angoli 6-1 per l’Isola. Recupero: 3’pt, 3’st

 

ISOLA DI CAPO RIZZUTO (Kr): Come da pronostico va alla Polisportiva Isola Capo Rizzuto del presidente Leonardo Sacco il primo storico derby cittadino del comune di Isola, la squadra di Leone ha battuto con netto 4-0 la formazione del Sant’Anna di mister Mastromarco. Una gara speciale soprattutto per il presidente onorario del Sant’Anna Serafino Leone (padre del tecnico giallorosso Carmine) per lungo tempo presidente dell’Isola ai tempi della Promozione, per l’occasione sulla panchina gialloverde.

E’ anche l’esordio ufficiale al Sant’Antonio per la nuova gestione della squadra giallorossa guidata dall’associazione di volontariato “Misericordia”. La gara è stata bella e coinvolgente per il numeroso pubblico presente, con l’Isola che ha tenuto il campo praticamente per tutta la gara, dimostrando una netta supremazia.

Nella prima frazione di gara la squadra di Leone costruisce tanto ma fatica a finalizzare, il Sant’Anna dal canto suo pensa più che altro a contenere. L’azione più pericolosa arriva al 21’ sui piedi di Rizzo, gran tiro di controbalzo sulla quale trova una grandissima risposta di Menzà. Il gol è nell’aria, l’Isola preme sempre con più insistenza e alla mezz’ora la gara si sblocca: Rizzo riceve un lungo lancio dalla retroguardia, di petto serve Errigo e quest’ultimo è bravo ad aprire subito il gioco dalla parte opposta dove arriva Filoramo, il classe 95’ contro la palla e lascia partire uno stupendo tiro che si insacco sul palo lontano del portiere, che non può nulla. Per Filoramo è il terzo gol di Coppa, attuale capocannoniere della squadra. L’Isola rimane in zona offensiva ed in almeno tre occasioni va vicinissima al raddoppio: Al 40’ Rizzo prova a beffare il portire con un tiro ad effetto ma la palla si alza leggermente sopra la traversa; Al 42’ Filoramo prova il bis con un tiro simile al precedente, stavolta Menzà riesce a deviare; Al 44’ Marchio ha una grande occasione ma cincischia troppo e la difesa ospite recupera mandando in angolo la sua conclusione.

Nella ripresa la gara non cambia, l’Isola prova sempre a sfondare con l’unica differenza che stavolta ci riesce, arrivano tre gol in sei minuti che tagliano definitivamente le gambe a Salvemini e compagni. Al 4’ è il classe 96’ Girasole a realizzare la rete del 2-0, passano appena centoventi secondi e Minutolo raccoglie una palla vagante, in seguito ad un calcio d’angolo, e di sinistro batte Menzà. Quattro minuti più tardi arriva la firma più attesa, quella del bomber Francesco Rizzo che insacca direttamente da calcio di punizione e torna così ad esultare davanti ai suoi tifosi, quelli che da quando è andato via lo hanno sempre accolto con applausi ad ogni suo ritorno ad Isola da avversario. La gara praticamente termina qui, fino al termine non succederà più nulla, a parte un paio di conclusione sporadiche e innocue, entrambe le squadra si preservano e risparmiano energie in vista del campionato che inizierà domenica 14.

Per la Coppa si tornerà in campo il 28 Settembre, l’undici di Leone sfiderà il Cutro che ha vinto il proprio girone con Cotronei e Roccabernarda, andata a Cutro e ritorno ad Isola Capo Rizzuto l’8 Ottobre.

Lascia un commento

Scroll To Top