L’Isola Capo Rizzuto ritrova la vittoria interna. Splendido poker dei giallorossi al Corigliano

L’Isola Capo Rizzuto ritrova la vittoria interna. Splendido poker dei giallorossi al Corigliano

(nella foto Alassani festeggiato per la rete del raddoppio)

ISOLA CAPO RIZZUTO-CORIGLIANO 4-0

ISOLA CAPO RIZZUTO: Voce 6,5, E. Mercurio 7 (24’ st Filoramo 6), Scuteri 7,5, Leone 7 (34’ st Geraldi sv), Minutolo 6,5, B. Mercurio 6,5, De Luca 7, Campagna 7, Turano 7,5, Cosentino 6,5 (18’ st Grandinetti 6), Alassani 7,5. In panchina: Starace, Nicastro, G. Bruno, A. Bruno. Allenatore: Caligiuri 8

CORIGLIANO: Gualtieri 4,5, Spataro 4,5, M. Berlingeri 4,5 (25’ st Cesarini 5,5), Russo 5, Apicella 5, Vitiritti 5,5, Calomino 5,5, Zanfini 5, Longo 4,5, Bernardini 5,5 (18’ st Bernardini 5), Montalto 5 (1’ st Ferrari 5,5). In panchina: Alfano, Novello, Marghella, Vasso. Allenatore: Pacino 5

ARBITRO: Varacalli di Locri (Tino e Laria di Vibo Valentia)

MARCATORI: 17’ pt Scuteri, 24’ pt Alassani, 43’ pt Leone, 26’ st Turano.

NOTE: Spettatori 100 circa. Ammoniti: Alassani (I); Vitiritti (C). Angoli 7-4. Recupero: 1’ pt; 0’ st.

ISOLA DI CAPO RIZZUTO (Kr) – Prima vittoria del 2014 per l’Isola Capo Rizzuto al Sant’Antonio, la squadra dopo la non brillante prova di Rossano e dopo l’immeritata sconfitta interna con la Taurianovese, torna a vincere e lo fa mostrando una forza straordinaria. Soprattutto arriva la vittoria casalinga dopo le due sconfitte interne con Roccella e appunto Taurianovese.

Padroni di casa senza lo squalificato Russo e l’infortunato Rocca, ospiti senza l’ex di turno Lino Amoruso che ha scontato l’ultima delle tre giornate di squalifica. Nei primi dieci minuti l’Isola cerca di mantenere la concentrazione alta e pensa a quali strategia adottare contro l’avversario, a differenza delle altre occasioni riesce non andare in crisi nei primi minuti di gara e questo risulterà decisivo. La squadra di Caligiuri lentamente guadagna metri, premendo sempre di più l’undici di Pacino nella propria metà campo. L’Isola va vicino al vantaggio in due occasioni e lo concretizza al 17’ con Scuteri: l’esterno va sul fondo, rientra sul destra e crossa a giro, nè Cosentino nè Turano riescono a toccare la palla che con uno strano giro riesce comunque ad entrare in rete per l’1-0.

Sette minuti più la squadra di Caligiuri raddoppia con una straordinaria azione corale: Minutolo anticipa Zaffini a centro campo con un colpo di testa, palla per Turano che al volo serve Campagna, questo di prima intenzione lancia Alassani in posizione defilata, con questi che anziché metterla in mezzo prova la cosa più difficile, il tiro, la palla passa tra Gualtieri, Apicella e Vitiritti e si insacca in rete, 2-0.

L’Isola sfiora il tris con Emanuele Mercurio e De Luca, lo trova poi nel finale con un gran gol di Leone, che di controbalzo da 35 metri prova la botta che supera Gualtieri per il 3-0.

Nella ripresa l’Isola tende più a controllore la gara, poco prima della mezz’ora arriva però il poker con Turano, che realizza l’undicesimo gol in campionato. Qualche minuti più tardi, a seguito di uno scontro fortuito con Bruno Mercurio, il neo entrato Attilio Ferrari, classe 96, riporta la rottura del setto nasale. La partita finisce qui, l’ultimo quarto d’ora l’Isola fa melina e appena scocca il 90’ il signor Varacalli decreta la fine senza concedere ulteriore recupero. Causa maltempo la società ha rimandato l’estrazione della riffa alla prossima gara interna.

Lascia un commento

Scroll To Top