L’Isola Capo Rizzuto interrompe la striscia vincente. Il Reggiomediterranea regge l’urto

L’Isola Capo Rizzuto interrompe la striscia vincente. Il Reggiomediterranea regge l’urto

(nella foto Leo Mancuso)

REGGIOMEDITERRANEA-ISOLA CAPO RIZZUTO 0-0

REGGIOMEDITERRANEA: Cannizzaro, Cuzzola (30’ st Geria), Andiloro (45’ st Digiacomantonio), Bossi, Marcianò, Mallamaci, Caputo, Vigoroso, Ventura (30’ st Falduto), Candido, Monorchio. In panchina: Crea, Romeo, Zappia, De Maio. All. Crupi

POL. ISOLA CAPO RIZZUTO: Lamberti, Germinio, Scuteri, Cordiano, Itri, Ginobili, Foderaro (5’ st Trentinella), Artese, Piemontese, Corsale (30’ st Angotti), Di Micco (42’ st Mancuso). In panchina: Pullano, Tricarico, Stalin, Ribecco. All. Salerno

ARBITRO: Martina Molinaro di Lamezia Terme (D’Agostino di Catanzaro – Roperto di Lamezia)

NOTE: Spettatori 400 circa. Ammoniti: Cannizzaro, Cuzzola, Mallamaci (R); Foderaro (I).

Croce Valanidi (RC): Si ferma a quattro la serie di vittorie consecutive in campionato per l’Isola Capo Rizzuto, otto considerando tutte le gare ufficiali fin qui disputate, resta comunque un risultato positivo arrivato in casa di un ottimo avversario. Peccato, però, perché l’Isola poteva e doveva vincere questo match, le occasioni non sono mancate, la squadra di Salerno ha avuto in mano il pallino del gioco per tutta la durata del match, ha creato diverse occasioni ma, purtroppo, è mancata lucidità negli ultimi metri. Quella lucidità che fino ad oggi è stata l’arma in più dei giallorossi, che hanno sempre saputo attendere il momento giusto per colpire senza mai perdere la pazienza, stavolta tutto questo è mancato.

Protagonista del match è stato indubbiamente il portiere di casa, che, con almeno tre interventi miracolosi, ha evitato ai suoi la sconfitta. Già nel primo tempo l’estremo difensore di casa si è opposto splendidamente, in due occasioni su Corsale, entrambe le volte su calcio di punizione. Anche se, nella prima conclusione, l’Isola ha protestato, in quanto, al momento dell’intervento di Cannizzaro la palla sembrava aver già varcato la linea. Altre due ghiotte occasioni non vengono sfruttate da Piemontese e Di Micco. L’Isola ha nettamente in mano la gara, la Reggiomediterranea fatica anche a toccare il pallone.

Nel secondo tempo il monologo non cambia, l’Isola fatica un po’ nei primi minuti ma poi riprende la marcia offensiva e si stabilisce assiduamente nella metà campo avversaria. Trentinella non impatta bene il pallone dopo un’ottima giocata di Scuteri sull’out di sinistra, sarebbe bastato poco per spingere la palla in rete. Alla mezz’ora Piemontese viene trattenuto con evidenza in area, la terna però lascia proseguire tra le proteste giallorosse, altre proteste arrivano per un netto fallo di mano di Andiloro, che, già ammonito avrebbe meritato il secondo giallo, anche in questo caso la terna chiude un occhio. L’Isola si innervosisce ma non si abbatte, ci prova con Angotti in due occasioni, la seconda è clamorosa, prima Cannizzaro respinge di faccia, subito dopo, Mancuso, a porta praticamente sguarnita, manda fuori. Finisce così 0-0 con tante recriminazioni da parte dell’Isola, ora testa allo Scalea per riprendere la marcia.

Lascia un commento

Scroll To Top