L’impresa del Santa Severina, intervista al tecnico De Biasi: “Un gruppo eccezionale”

L’impresa del Santa Severina, intervista al tecnico De Biasi: “Un gruppo eccezionale”

La scorsa domenica è stata di grande festa per Santa Severina. Il paese (o borgo, a vostra scelta) ha esultato per le gesta della propria squadra di calcio, capace per la prima volta di raggiungere un campionato regionale come la Prima categoria. Di questo abbiamo parlato con uno dei grandi artefici, il tecnico casabonese Francesco De Biasi.

Quali emozioni hai provato? Pensavi quando hai accettato questo incarico ad un traguardo del genere?

Calcisticamente parlando è stata l’emozione più bella perchè la meno aspettata. Quando ho accettato la squadra era stata allestita per fare un campionato tranquillo. Ho capito che si poteva fare qualcosa di importante subito dopo dicembre, con l’arrivo delle prime vittorie consecutive“.

Ci sono stati dei momenti difficili in questa stagione, come li avete superati? Quali i segreti di questa squadra?

Certo che ci sono stati dei momenti difficili, dopo 5 giornate avevamo 3 punti in classifica (anche se una partita l’abbiamo persa a tavolino col Cotronei). Li abbiamo superati lavorando sodo anche a livello mentale, confrontandoci sempre. Quali i segreti della mia squadra? In primis il fatto che è composta da ragazzi umili e perbene che hanno creduto in me e si sono messi subito a disposizione. Difesa fortissima. E poi siamo stati bravi a riconoscere i nostri limiti e difetti, e come ti dicevo prima lavorandoci sopra. Il formare  un “gruppo” è stata la mia più grande soddisfazione, e questo ci ha aiutato a superare squadre molto più attrezzate di noi“.

Il tuo futuro sarà ancora a Santa Severina? Cosa pensi potrà fare questa squadra in un torneo difficile come la Prima categoria?

Sinceramente ancora non so dove allenerò il prossimo anno. A Santa Severina ho trovato gente fantastica (il diesse Daniela Galasso per prima), una società che ha creduto in me e che mi ha fatto lavorare in modo tranquillo. Per una Prima categoria bisogna attrezzarsi bene perchè come campionato è completamente diverso e molto più complesso e difficile“.

 

De Biasi Francesco

 

 

Lascia un commento

Scroll To Top