Ligi:”La Serie A sarebbe un bel salto”

Ligi:”La Serie A sarebbe un bel salto”

Uno dei nomi più chiacchierati in tema mercato, persino in periodo di compartecipazioni, è stato quello di Alessandro Ligi, difensore del Crotone cercato da diversi club in Serie A a causa d un girone di ritorno da protagonista coi pitagorici e per quel piede mancino che lo rende centrale di difesa raro e prezioso.

Ciao Alessandro, ti aspettavi di fare oltre 20 presenze da titolare quest’anno?
“Se devo dire la verità non me l’aspettavo, all’inizio di quest’anno i miei programmi erano di cercare a trovare posto in Prima Divisione per andare a giocare, visto che venivo da un anno di panchine e tribune e solo con gli allenamenti è dura crescere. Poi a luglio ho parlato con il direttore e ho deciso di rimanere. Fino a dicembre tuttavia non avevo mai trovato spazio e l’idea a gennaio era quella di partire. A fine dicembre il mister mi ha dato una possibilità, ho giocato e l’ho convinto, quindi poi sono rimasto a Crotone. L’infortunio di qualche compagno mi ha permesso di trovare spazio, fare buone prestazioni e guadagnarmi la fiducia del mister, giocando fino a fine campionato”.

Pensi di essere pronto al salto in Serie A o sarebbe preferibile un altro campionato da titolare in B? 
“Questo sarà da vedere, nel caso ci potesse essere questa situazione vedremo. Sinceramente non ho ancora una idea di come effettivamente è la Serie A, dovrei farmela e poi magari si faranno dei programmi. Sarà eventualmente la società dove andrò a valutare le mie capacità. Diciamo che sicuramente non ho giocato tantissimo, da gennaio ho una esperienza in Serie B, sono riuscito a ritagliarmi il mio spazio ma non ho termini per giudicare la Serie A, sarebbe un bel salto”.

Sai nulla a proposito del tuo futuro, si parla di Parma…
“Ho letto molto sui giornali, ancora è tutto in alto mare. Fino a venerdì si è pensato alle comproprietà quindi il mercato vero deve ancora partire. Ora si entrerà nel vivo e vedremo cosa succederà. Qualcosa sembra esserci, quindi vediamo. I buoni rapporti tra Crotone e Parma potrebbero facilitare una operazione del genere”.

Come stai vivendo questo momento in cui si parla molto di te in sede di mercato?
“La sto vivendo bene, ho un altro anno di contratto con il Crotone, fa piacere vedere il proprio nome accostato a qualche club importante di Serie A, dato che fino a dicembre ero un po’ nell’ombra. A secondo di dove andrò a giocare vedremo il da farsi”.

Il ds Ursino ti ha avvicinato a Andrea Ranocchia, come caratteristiche ci siamo?
“Adesso lui gioca nell’Inter, io ho iniziato a farlo ora nel Crotone (ride, ndr). Ho visto che il direttore mi ha paragonato a lui, diciamo che a livello fisico gli posso assomigliare, speriamo di poter ripercorrere le sue orme”.

Riguardo il tuo compagno Gabionetta, pensi che possa fare bene in Serie A?
“Le qualità le ha tutte, potrebbe starci molto bene in Serie A, dipenderà da lui ritagliarsi lo spazio o meno. In Serie A è più dura e c’è molta più concorrenza, gli auguro di fare il salto di qualità definitivo”.

Tuttomercatoweb.com

Lascia un commento

Scroll To Top