Lettera del presidente del Real Roccabernarda Pulerà: “Escludere soggetti nocivi al calcio”

Lettera del presidente del Real Roccabernarda Pulerà: “Escludere soggetti nocivi al calcio”

Pubblichiamo una lettera aperta inviata dal presidente del Real Roccabernarda Silvestro Pulerà, un’altra voce che esprime dissenso su alcuni comportamenti e situazioni verificatisi in questa stagione dilettantistica, in questo caso nel campionato di Seconda categoria. Ecco il testo integrale della lettera:

 

Un sottile filo rosso corre tra civiltà sportiva e mancanza totale di rispetto delle regole, tra coscienza e incoscienza, tra reale e surreale…..
Per riconoscere quale sia la sottile linea in questo delicatissimo punto di equilibrio, dettata dalle connessioni tra i neuroni, bisogna vivere QUELLO CHE SUCCEDE PRIMA DURANTE E DOPO LE PARTITE DI CALCIO che si disputano nel campionato di Lega Nazionale Dilettanti della provincia di Crotone.
Come riconoscere dunque questa linea sottile? Semplice: dai capi (dirigenti allenatori…) gli addetti ai lavori della medesima catena, i quali alcuni si prodigano a cercare di tenere alti i valori dello sport, mentre altri commettono spesso, prima, durante e dopo le partite giocate, (considerati immaginari nemici i giovani arbitri di gioco spesso incompetenti protagonisti della loro sorte e privi di spina dorsale,e maturi e giovani calciatori delle squadre avversarie), inevitabilmente, per loro stessa indole e per gli effetti occulti della contaminazione, IL CONTROLLO SULLE APPARENZE; facendo subentrare spinte e impulsi tesi a blandire e amplificare lo spirito di egoismo, di superiorità, di autoglorificazione, di aggressività e di violenza. UNA VERA E PROPRIA ISTIGAZIONE ALL’ODIO, ALL’ARROGANZA, ALLA PREVARICAZIONE, ALLA SOPRAFAZIONE, AL DISPREZZO PER IL PROSSIMO E ALLA DIVISIONE.

Come togliere la maschera alle loro apparenze suadenti e affabulatorie che in realtà celano la trappola e la menzogna?
Semplice: se gli ORGANI DI COMPETENZA non sono ancora completamente “irretiti” e sono ancora in grado di mantenere un barlume di coscienza chiara ed un sufficiente senso critico, possono, attraverso questi ed altri”segni”inequivocabili, accorgersi del pericolo e reagire; ALLONTANANDOSI , se riescono a farlo.
Per cui operando, già inizialmente, una certa selezione mirata ad escludere soggetti NOCIVI al gioco del calcio (più refrattari dunque all’azione di plagio e di coinvolgimento), si può evitare di scatenare una reazione ancora più insidiosa, a base di minacce, invettive, terrorismo psicologico e ricatti……,allo scopo di indurli a desistere dall’intento, oppure di renderli innocui.

Silvestro Pulerà
presidente Fcd Real Roccabernarda

Lascia un commento

Scroll To Top