Le karateka “Lady Dragon” della Martial Kroton Ryu in gara ad “Italia’s Got Talent”

Le karateka “Lady Dragon” della Martial Kroton Ryu in gara ad “Italia’s Got Talent”

Dalla gioia del podio all’emozione dei riflettori il passo è stato breve per le dieci karateka della Martial Kroton Ryu che, nei giorni scorsi, sono state tra i protagonisti del programma di Sky “Italia’s Got Talent”. Per una volta le ragazze del Maestro Francesco Bellino, abituate a scendere sul tatami con le loro performance agonistiche, hanno invece incantato i telespettatori presentando il karate in modo inedito e suggestivo. Per accedere al piccolo schermo le ragazze del team “Lady Dragon” hanno dovuto affrontare e superare un’ardua selezione svoltasi nel mese di dicembre presso il Teatro Politeama di Catanzaro, trasformato in un vero e proprio set televisivo, e tenuta sotto stretto riserbo per esigenze televisive.

La formazione che si è esibita davanti alle telecamere di Sky, denominata “Lady Dragon”, era composta da dieci ragazze crotonesi di età compresa tra i 12 anni e 19 anni, delle quali solo due maggiorenni: Giusy Bellino (team leader), Fabiola Panebianco, Claudia Martino, Rita Gigante, Giulia Garà, Viviane Leuzzi, Andrea Paparo, Emily Bianchi, Martina Vona e Nicole Luchetta. Le atlete, tutte appartenenti al settore agonistico della Martial Kroton Ryu, svolgono quotidianamente allenamenti specifici di kumite (combattimento) e kata (forme), finalizzati alle competizioni. Molte di esse vantano di pregevoli risultati in campo regionale, nazionale ed internazionale nelle gare ufficiali della FIJLKAM (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali).

Oltre all’agonismo, le karateka sono specializzate nel Sound Karate che rappresenta il modo coreografico di presentare il karate nelle sue varie espressioni tecniche, oggetto dell’esibizione sul palco di Italia’s Got Talent e già performance di grande attrazione in occasione di manifestazioni di vario tipo sul territorio regionale (saggi di fine anno, feste cittadine, manifestazioni di beneficenza e spettacoli teatrali).

Dopo una serie di video dimostrativi, inviati alla redazione di IGT, le Lady Dragon sono state invitate dalla produzione, all’audizione presso il Teatro di Politeama di Catanzaro, per una intera giornata vissuta sotto i riflettori. La grinta delle giovani atlete, la suggestione degli abiti indossati, l’emozione dei brani musicali scelti hanno particolarmente incantato il pubblico presente e la giuria composta da Luciana Littizzetto, Nina Zilli, Frank Matano e Claudio Bisio. Proprio Bisio, cintura nera di karate nonché appassionato e conoscitore di arti marziali, si è complimentato con le ragazze ed ha cercato di trasmettere anche agli altri componenti della giuria l’importanza dell’esibizione, esaltando il valore del Karate. Tuttavia, né gli scroscianti applausi dei numerosi astanti, né le lodi di Bisio ed il voto positivo della simpatica Littizzetto sono bastati per far accedere le Lady Dragon in finale.

I commenti entusiastici delle dieci karateka ben rappresentano l’importanza dell’esperienza: “E’ partito tutto così, quasi per gioco! Abbiamo deciso di unire la nostra passione per l’arte Giapponese con il ballo e partecipare ad Italia’s got talent – racconta a nome del gruppo Giusy Bellino, team leader delle Lady Dragon nonché figlia d’arte del Maestro – Ci siamo dette: ‘Proviamo!’ E così siamo partite alla volta di questa fantastica esperienza. Eravamo centinaia di persone e le audizioni non arrivavano mai al termine. Ma alla fine, dopo alcune settimane abbiamo superato la prima selezione e siamo approdate all’audizione del teatro Politeama di Catanzaro, dove sono state registrate dal vivo le puntate”.

Su quel fantastico palco ci siamo esibite sotto i riflettori e davanti a tantissime telecamere che ci hanno ripreso da tutte le angolazioni – prosegue Giusy Bellino – Con i soli due si dei simpaticissimi e carinissimi Bisio e Littizzetto la nostra avventura è terminata nella quinta puntata, ma complessivamente è stata un’esperienza bellissima ed indimenticabile”.

Le Lady Dragon sono state anche lo spunto della rubrica Gruppi d’ascolto IGT Arti Marziali trasmessa, così come le puntate di Italia’s Got Talent, sui prestigiosi canali Sky Uno HD e Canale 8.

Nel contesto di un’imponente scenografia costellata da un tripudio di luci, maxischermi e tanta tecnologia, le dieci atlete della Martial Kroton Ryu hanno portato sul palco i valori dello sport e del karate – sono le parole del Maestro Francesco BellinoDopo tante emozioni vissute sul tatami e numerose competizioni corredate da medaglie, esibirsi davanti a migliaia di persone e numerose telecamere ha rappresentato per le ragazze una bella prova di determinazione e disciplina. In cento secondi, questo il tempo dedicato alla registrazione dell’esibizione, le ragazze hanno saputo condensare l’importanza di una vita sana, i benefici dello sport, nonché alcuni dei valori del karate, quali rigore, disciplina e spirito di gruppo. Lo hanno fatto utilizzando gli strumenti della coordinazione fisica e dei movimenti fluidi e potenti delle arti marziali, onorando davanti ai telespettatori di tutta Italia, il karate calabrese”.

LE LADY DRAGON DURANTE L'ESIBIZIONE DI ITALIA'S GOT TALENT 2016

Le Lady Dragon mentre si esibiscono

Lascia un commento

Scroll To Top