L’addetto stampa del Casabona a Dilettanti nel Pallone: “Società pronta per il salto di categoria”

L’addetto stampa del Casabona a Dilettanti nel Pallone: “Società pronta per il salto di categoria”

Durante la trasmissione radiofonica Dilettanti nel pallone, andata in onda su Radio Studio Calabria venerdì dalle 18, è intervenuto l’addetto stampa del Casabona Armando Primerano. A lui sono state rivolte alcune domande sulla squadra che sta al momento dominando il girone B di Prima categoria: “Avendo miglior attacco e difesa, 23 i goal fatti e 4 quelli subiti – esordisce Primerano – è una cosa che può farci soprattutto molto onore, per me, per la società e per l’intera popolazione“.

Quale è stata la svolta?: “Per me è stato decisivo Taverna, quella semifinale persa, vedendo le lacrime di un grande uomo e grande tifoso casabonese, sto parlando di Vincenzo Ioppoli, che da lì è diventato il nuovo direttore sportivo. Quelle lacrime sapevano di voglia di riscatto, e di costruire un calciomercato da favola con l’aiuto del presidente Salvatore Cerrelli, il direttore generale Salvatore Calizzi, dei nuovi entrati Frank Alessio e Nicola Dima, e con l’aiuto di tutta la società dal presidente al magazziniere, formando una grande squadra. Sono arrivati gli acquisti importanti come Zizza, Apa, Ioppoli, Vaccaro e Rizzo. E soprattutto è stata confermata gente come Andracchio, Novello, Livadoti Sangervasio e Turano. E la bella conferma di due ragazzi di Casabona che lo scorso anno hanno stupito, quest’anno anche, parlo di Gallo e Mancuso“.

Quali sono state le vittorie più sofferte finora?: “Torre Melissa e Roccabernarda senza ombra di dubbio. Due ottime squadre che ci hanno impegnato fino al novantesimo“.

Il Casabona è pronto per giocare in un campionato superiore ed impegnativo come la Promozione?: “Si perché stiamo dimostrando di essere una squadra matura per giocare in un campionato che va oltre la Prima categoria. Credo che ci siano tutti i presupposti per fare questo salto, al momento posso dire che vedo questa società matura per pensare in grande“.

Giuda può giocare il prossimo anno nell’Isola Capo Rizzuto?: ” Stiamo parlando di un ragazzo eccezionale ed educato, anche un bel giocatore che se continua così può giocare certamente nell’Isola in campionati come l’Eccellenza, o spero anche la serie D. Questa esperienza a Casabona però gli può solo fare bene, e magari un altro annetto con noi non sarebbe male“.

Armando Primerano

Armando Primerano

Lascia un commento

Scroll To Top