La Volley Fidelis Torretta vince il derby in casa del Polistena

La Volley Fidelis Torretta vince il derby in casa del Polistena

UPIM DEA VOLLEY POLISTENA-VOLLEY TORRETTA 1-3 (25-22/20-25/25-27/10-25)

POLISTENA: Cassalia (cap), Moro, Bellamace, D’Elia V, Cherepova, Salvatore, Costabile M, Costabile S, Torcasio, L1 D’Elia E, L2 Cosentino. Allenatori: 1° Massimo Salvago 2° Andrea Neri.

TORRETTA: Malena (cap) 9, Sposato 5, Sergi 2, Chiesa 12, Murru 30, Conti 9, Varcasia Libero Galuppi. Allenatori: 1° Luca Scandurra 2° Antonio Stara.

Arbitri: Mazza Antonio e Donato Raffaele.

 

La nona vittoria in campionato della Fidelis arriva dal Palasport di Polistena, rettangolo di gioco che mai in passato aveva sorriso alla formazione dei Presidenti Capalbo e Scigliano; il derby consegna punti e certezze ad un Torretta che consolida la terza posizione in classifica.

Coach Scandurra ritrova Roberta Chiesa ma deve fare a meno di Prokopenko influenzata: il primo set mostra una Volley Torretta contratta ed incapace di dare ritmo alla propria azione mentre la Dea mantiene un buon ordine in campo, le locali trovano le giuste giocate per aggiudicarsi la prima frazione.

Nel secondo periodo le giallorosse ritrovano i meccanismi consueti, il confronto è interessante, un derby vero in cui la tecnica e la tenuta nervosa pesano come macigni, monumentale la prova di Cristina Murru che estrae dal suo nutrito inventario giocate memorabili sia in attacco che in difesa.

Nel terzo set cresce il livello del confronto, nella fase finale Malena e compagne vanificano due set-point delle avvesarie, Sergi e Cherepova consegnano i “palloni caldi” a Murru e Moro ma è la “pipe” dell’atleta sarda a sigillare la conquista di un set avvincente che rende onore ad entrambe le squadre.

Il punteggio del quarto set è emblematico, le locali calano l’intensità che ne aveva sostenuto il gioco mentre le giallorosse spingono sull’accelleratore e conquistano tre punti su un campo difficile.

A fine gara il commento di Chiesa: “finalmente sono tornata, non vedevo l’ora di ricominciare a giocare, i tre punti mi rendono ancora più felice e carica per il prosieguo della stagione. Nel primo set non c’eravamo di testa, forse abbiamo sottovalutato le avversarie e commesso troppi errori, nel secondo set abbiamo voltato pagina e siamo riusciti ad alzare la testa nonostante qualche errore evitabile. Nel terzo set siamo state sempre punto a punto ma siamo state brave a chiudere il parziale a nostro favore, poi la gara si è messa in discesa e quindi ci godiamo tre punti preziosissimi, sperando che ce ne possano essere tanti altri in futuro”.

Lascia un commento

Scroll To Top