La Puliverde sconfitta dal Terranova che l’aggancia al primo posto. Decisive le assenze

La Puliverde sconfitta dal Terranova che l’aggancia al primo posto. Decisive le assenze

(nella foto Christian Lo Guarro)

Amatori Terranova – Puliverde Crotone: 31 – 19 (risultato pt: 20 – 12)

AMATORI TERRANOVA: Borromeo 11, La Fontana A., Scirrotta 7, Corso 2, Pugliese A. 3, Mauro, La Fontana G., Smiriglia L. 3, Cassetti, Russo 2, Pignataro, Gulotta, Smiriglia A. 3, Bianco. All.: Pugliese E.

PULIVERDE CROTONE: Cortese, Fiorenza 3, Gentile, Vrenna 4, Gigliarano 1, Liotti 3, Malerba 5, Lo Guarro, Nesputo, Lucente, Perri 3, Calabrese. All.: Cusato.

ARBITRI: Pane e Scalici.

 

Le assenze non possono e non devono essere un alibi per la Puliverde Crotone che ha combattuto, ma non è bastato contro l’Amatori Terranova. Non è nell’indole della società crotonese lamentarsi di arbitraggi e di assenze, ma non si può affrontare l’avversario più temibile con una squadra più che dimezzata. Ci hanno provato però i valorosi che sono scesi in campo e sono riusciti a tenere testa al Terranova. A fare la differenza è stato l’ex di turno Carlo Borromeo che in rossoblù ha vissuto il suo periodo migliore sportivamente parlando. Tornato a casa gioca part time, ma è sempre un giocatore capace di fare la differenza specie in serie B. Sabato scorso è stato immarcabile, ha avuto una giornata particolarmente prolifica visto che ha messo a segno ben undici reti.

I padroni di casa desiderosi di vincere il derby ed affiancare proprio i pitagorici in testa alla classifica generale sono partiti subito forte affidandosi alla potenza dei tiri di Borromeo. La Puliverde ha iniziato ad inseguire fin da subito, ma il Terranova ha preso un buon margine ed ha amministrato. Nel primo tempo la formazione ospite ha provato in tutti i modi a restare attaccata alla partita, ma con il passare dei minuti la situazione è diventata sempre più complicata con il punteggio che lasciava poche speranze.

Nella seconda frazione di gioco, il Crotone ha continuato a fare la sua partita, ma complici la troppa foga che ha tolto lucidità specie nella fase offensiva ed un po’ di stanchezza, la squadra non è riuscita a raddrizzare la partita. È finita con i padroni di casa in festa per aver affiancato la Puliverde al vertice della classifica e con i rossoblù che tornano sconfitti, ma con buone risposte ottenute sul campo. Il punteggio non inganni, sul parquet non c’è stata tutta questa differenza.

Nel prossimo fine settimana il campionato osserverà un turno di riposo, mentre il sette febbraio a Crotone si disputerà la seconda giornata di Coppa Calabria.

Lascia un commento

Scroll To Top