La Puliverde Crotone sfiora l’impresa a Fasano. Nella gara di ritorno ci sono 5 reti da recuperare

La Puliverde Crotone sfiora l’impresa a Fasano. Nella gara di ritorno ci sono 5 reti da recuperare

SERRA FASANO-PULIVERDE CROTONE 26-21

SERRA FASANO: Potone, Nardone, Rosato A. 3, Rosato G. 4, Errico 3, Intini 2, Napoletano, Tasca, Lamberti, Morzalla, Cofano 10, Tarì, Rodio, Malvone 4. All.: Cassone.

PULIVERDE CROTONE: Fiorenza M., Liotti 4, Perri 3, Lonetto 3, Gentile 3, Pedullà 7, Mariano 1, Gallucci, Fiorenza, Malerba, Calabrò, Cortese. All.: Cusato e Liviera.

ARBITRI: Amendolaggine e Potenza

Una grande Puliverde Crotone sfiora l’impresa sul campo del Serra Fasano. La compagine crotonese gioca una partita quasi perfetta e mette in seria difficoltà i super favoriti per la vittoria finale del Serra Fasano. Resta ancora aperto il discorso qualificazione anche se recuperare cinque reti di scarto non sarà per niente facile. Sabato prossimo, nella partita di ritorno, servirà la migliore Pallamano Crotone e tutto l’incitamento del Palakrò per riuscire nell’impresa che alla luce della partita di domenica scorsa non appare poi così impossibile.

Il temibile Serra Fasano non è stato lo schiacciasassi che ci si aspettava alla vigilia non per demerito suo, ma per merito di una Puliverde che ha saputo giocare una grande pallamano. I crotonesi sono rimasti concentrati ed hanno affrontato gli avversari a viso aperto senza alcun tipo di timore. L’approccio alla gara è stato praticamente perfetto, la squadra è rimasta sempre in partita e non ha fatto scappare i padroni di casa che hanno faticato molto specie in attacco.

Infatti la fase difensiva del Crotone è stata praticamente perfetta, mentre su quella offensiva c’è ancora molto da lavorare. Si perché i rossoblù ancora una volta hanno sbagliato molto al tiro anche conclusioni abbastanza facili. Questo fa recriminare e non poco i due tecnici Antonio Cusato e Stefano Liviera. Senza alcuni errori al tiro e sfruttando meglio la superiorità numerica la Puliverde avrebbe potuto sbancare Fasano e chiudere formalmente il discorso qualificazione. Troppo imprecisi e precipitosi i rossoblù al tiro che hanno sbagliato troppo.

Inoltre non sono riusciti a sfruttare la superiorità numerica avuta in alcune fasi della partita. Sono stati bravi ad indurre gli avversari a commettere il fallo e quindi l’esclusione temporanea per due minuti, ma non altrettanto bravi a sfruttare gli spazi che si sono creati in attacco vista l’inferiorità numerica da parte dei padroni di casa. Errori questi che non possono essere commessi ed infatti una squadra esperta come il Serra Fasano non ha perdonato. Una sconfitta indolore che ha molti aspetti positivi. Da questa partita la Puliverde esce sconfitta ma convinta di poter tenere testa ai primi della classe e che può rimediare sabato prossimo sfruttando il fattore campo.

Lascia un commento

Scroll To Top