La Promosport ci crede fino alla fine, niente da fare per il Roccabernarda

La Promosport ci crede fino alla fine, niente da fare per il Roccabernarda

(nella foto Percopo quando giocava col Sersale)

ROCCABERNARDA-PROMOSPORT 2-3

ROCCABERNARDA: Pugliese 6, Frijo (94) 5,5, Bonofiglio 6, Pignanelli 6, Gerace 6, Facente 6, Falcone (94), Marrazzo 6, Brittelli (96) 6,5, Percopo 7 (45’ st Vaccaro sv), Milano 6. In panchina: Ierardi (96), Vaccaro (96), Enea (96),  Garofalo, Giovinazzi (96).  Allenatore: De Rito 6,5

PROMOSPORT: Sirianni (96) 6, Caccamo 6, C. Gallo 6, Caruso 6, De Sando 6,5, Morabito 7, Andricciola (95) 6 (17’st Paradiso (94) 6), Martello, 6,5, Diop 7,  Novello 7 (45’ st Calidonna), Petrone 6 (1’ st Burgo 7). In panchina: Rocca (95),  Caccamo, Olivo, Riga, Andricciola, Calidonna, Raso. Allenatore: Viterbo 7

ARBITRO: Signorelli di Paola 6 (assistenti: Vilardi e Vommaro di Paola)

MARCATORI: 8’ st Percopo (R), 17’ st Diop (P), 20’ st Novello (P), 28’ st Percopo (rig., R), 43’ st Burgo (P)

ROCCABERNARDA (Kr) – Dopo la sconfitta con la Promosport è notte fonda per il Roccabernarda se non ricorre ai ripari con qualche rinforzo. I padroni di casa erano scesi in campo con la ferma intenzione di battere la Promosport per avanzare in classifica, ma anche per dimostrare, dopo le note vicende, che hanno visto l’abbandono di calciatori del calibro di Francesco Garofalo (noto nell’ambito calcistico crotonese come “Giannini”), Francesco Stefanizzi, Giuseppe De Rito, Domenico Galasso e per ultimo Cristian Grisi, che la squadra restava comunque competitiva per raggiungere la salvezza;  ma non è stato così.

La squadra di De Rito ha retto bene nel primo tempo, anzi se c’era una squadra che doveva segnare, questa era proprio il Roccabernarda. A inizio di  ripresa parte a testa bassa e trova subito il gol all’8’ st con il suo goleador Percopo. Rispondono  immediatamente i lametini che al 17’ st trovano il pareggio con Diop. Non passano 3’ che Novello insacca l’1-2. Riparte veloce il Roccabernarda  e l’arbitro concede alla squadra di De Rito un calcio di rigore che viene trasformato da Percopo.

Al 43’ st arriva il colpo del ko per i padroni di casa su un calcio piazzato che Burgo ha battuto con grande precisione.  E’ stato un match combattuto e interpretato bene da entrambe le squadre. Alla fine ha avuto la meglio la squadra di mister Viterbo che, a differenza della squadra locale, ha potuto effettuare dei cambi con giocatori di qualità.

A fine gara, con la solita signorilità, mister De Rito, così commenta: “I ragazzi hanno dato il massimo, non potevano sicuramente giocare meglio, c’è la necessità che arrivi qualche rinforzo. La differenza tra noi  e loro sono stati i cambi. Nella nostra panchina c’erano solo tre under, mentre la loro era composta di calciatori alla pari, se non superiori a quelli entrati inizialmente  in campo, basti pensare a Burgo”. Risponde  mister  Viterbo: “Ci abbiamo sempre  creduto, anche quando siamo andati in svantaggio. La vittoria di oggi ci premia dei sacrifici che facciamo durante la settimana”. 

Lascia un commento

Scroll To Top