La Polisportiva Isola Capo Rizzuto rallenta a Trebisacce: Covelli agguanta il 2-2

La Polisportiva Isola Capo Rizzuto rallenta a Trebisacce: Covelli agguanta il 2-2

(nella foto il gol del 2-2 di Covelli)

TREBISACCE-POLISPORTIVA ISOLA CAPO RIZZUTO 2-2

TREBISACCE: Vitale, Desario, Abenante, Vignieri, Granata, Vitiritti, Maio, Bellitta, De Lorenzo, Naglieri, Galantucci. In panchina: Palumbo, Ferraro, Pastore, De Simone, Salerno, Belardo, Cosentino.   All. Pacino.

POL. ISOLA CAPO RIZZUTO: Lamberti, Montagnese, Scuteri, Viscomi, Ribecco, Bruno, Tipaldi, Siciliano, Covelli, Marano, Richella. In panchina: Pullano, De Luca, Girasole, Cava, Filoramo, Le Piane, Mancuso. All. Leone.

ARBITRO: Stefania Sigorelli di Paola (Peta e Cozza di Paola).

MARCATORI: 4’ pt Marano, 42’ pt Galantucci; 5’ st De Lorenzo, 27’ st Covelli.

NOTE: Spettatori 500 circa. Ammoniti: Vitale, Vignieri, Granata, Bellitta (T), Viscomi. Angoli: 4-2 per l’Isola. Recupero: 1’pt, 4’st.

 

TREBISACCE: Torna a casa con un punto l’Isola Capo Rizzuto dalla delicata trasferta di Trebisacce, un punto conquistato con i denti e con pieno merito. Certamente si poteva, e si doveva, fare di più, d’altro canto però ad influire sul risultato è stato sicuramente il terreno di gioco, terra battuta sulla quale storicamente l’Isola va in difficoltà. Certo però, la squadra di Leone ha saputo adattarsi e lottare fino all’ultimo respiro, rischiando anche di vincere la partita.

Leone si affida al solito 4-4-2 con Richella e Covelli di punta e Marano sulla corsia destra a dare manforte quando è necessario. Il tecnico isolitano è costretto a rinunciare a Gatto, Cosentino, Deffo e Ferraro, per tanto è costretto ad inventarsi una coppia difensiva composta dal mediano Ribecco e dal giovane Bruno. Dall’altra parte Pacino opta per un 4-2-3-1 con Naglieri, Galantucci e Maio alle spalle dell’unica punta De Lorenzo, un attacco stellare per la categoria.

Pronti via e Isola subito in vantaggio: Covelli recupera palla a centrocampo, serve Richella che arriva da dietro e parte verso la porta, vede il perfetto inserimento di Marano e lo serve con uno straordinario pallonetto che inganna la difesa avversaria, il numero 10 giallorosso non può far altro che battere il portiere. La partita non è bellissima dal punto di vista tecnico, emergono soprattutto valori fisici e tattici, l’Isola prova a difendere il vantaggio ma non rinuncia ad attaccare. Quando il primo tempo sembra scivolare via con l’Isola avanti ecco che arriva la doccia fredda grazie ad una straordinaria giocata del funambolico Naglieri, il capitano di casa serve un assist perfetto in mezzo all’area sulla quale si avventa Galantucci che di testa, si Galantucci di testa, batte Lamberti.

Si va al riposo con l’Isola intontita da questo gol, si torna in campo e giallorossi concedono ancora spazi ai padroni di casa, ne approfitta ancora una volta Naglieri che si libera di due avversari e serve De Lorenzo in area, l’ariete di Barletta difficilmente sbaglia queste occasioni e di testa batte Lamberti. La panchina protesta per un presunto fallo dell’attaccante ai danni del difensore, apparso comunque evidente ma non ravvisato dal direttore di gara., l’ottimo Signorelli di Paola.L’Isola prova a ricomporsi, la squadra cerca di riprendere in mano il pallino del gioco ma è ancora il Trebisacce ad andare vicino al gol, ancora un azione sull’asse Naglieri – De Lorenzo, colpo di testa di quest’ultimo e grandissima parata di Lamberti. Al 27’ arriva il pari, grande azione personale di Marano che riceve palla in mediana, si libera di un avversario, e s’invola verso la porta, conclude dal limite dell’area, Vitale respinge e Covelli, col solito fiuto infallibile del goleador e li pronto a ribattere in rete per il 2-2. Il Trebisacce da qui in poi affanna, l’Isola capisce che c’è ancora tempo per vincere, si mostra nettamente superiore fisicamente all’avversario, purtroppo però il gol non arriva e il punteggio resta immutato,2-2.

Lascia un commento

Scroll To Top