La Polisportiva Isola Capo Rizzuto esulta nel finale con Piemontese. Buona Cittanovese

La Polisportiva Isola Capo Rizzuto esulta nel finale con Piemontese. Buona Cittanovese

POLISPORTIVA ISOLA CAPO RIZZUTO-CITTANOVESE 1-0

POL. ISOLA C.R.: Lamberti 7, Germinio 6.5, Mendoza 6, Tricarico 7, Itri 6.5, Ginobili 6.5, Foderaro 5.5, Trentinella 5.5 (33’ Angotti SV), Piemontese 7, Corsale 6 (23’ st Scuteri 7.5), Di Micco 6 (23’ st Artese 6.5). In panchina: Pullano, Parente, Ribecco, Cordiano. All. Salerno.

CITTANOVESE: Galluzzo 7, D’Ascoli 6.5, Bruzzese 5, Varrà 6, Tedesco 5.5 (28’ Barresi), Gioia 6, Condomiti 6, Cundari 5.5, Vicentin 5, Salandria 6.5, Moio 6 (31’ Fiorino). In panchina: Ramunno, Aziz, Battista, Bagnato, Silvestri. All. Zito.

ARBITRO: Fiore di Paola 6 (Ricciato e Sciammarella di Paola).

MARCATORE: 40’ st Piemontese.

NOTE: Spettatori 250 circa. Espulso Bruzzese al 27’st. Ammoniti: Trentinella (I), Condomiti, Bruzzese. Angoli 4-2 per l’Isola. Recupero 3’pt; 3’st.

Isola di Capo Rizzuto: L’obiettivo principale era vincere per l’Isola Capo Rizzuto e vittoria è stata, certo, sofferta, molto sofferta, anche perchè di fronte c’era un grande avversario come la Cittanovese. Una squadra tosta e molto dinamica quella di mister Zito, che nel primo tempo ha più volte messo in difficoltà la ben attrezzata difesa di casa. Due gli episodi che hanno deciso la partita, l’espulsione per doppio giallo ai danni di Serafino Bruzzese della Cittanovese, l’ingresso in campo di capitan Scuteri che ha cambiato decisamente cambiato volto alla gara.

Come detto nel primo tempo l’Isola fa fatica, la Cittanovese parte meglio e prova subito a sorprendere i padroni di casa, al 6’ è Bruzzese a provarci ma calcia debolmente e il tiro è facile preda di Lamberti, dall’altra parte ci prova Corsale ma il suo tiro è ribattuto da un difensore. L’occasione più nitida per i reggini arriva al 23’, perfetto cross dalla sinistra e gran tiro al volo di Salandria, straordinario il colpo di reni di Lamberti che vola e nega il gol all’esterno offensivo ex Acri. L’Isola capisce il momento di difficoltà e cerca di prendere in mano il controllo del match, il cronometro va avanti e il primo tempo finisce senza altri particolari sussulti.

Nell’intervallo mister Salerno striglia i suoi e, infatti, l’Isola entra in campo con tutt’altra mentalità. Già al 3’ ci prova Piemontese, il suo tiro finisce ampiamente a lato. Al 10’ i padroni di casa recriminano per un mancato calcio di rigore per fallo di D’Ascoli su Piemontese, il direttore di gara vede però il fallo in attacco. Al 18’ Corsale sciupa un calcio di punizione, da ottima posizione, calciando sulla barriera. L’Isola attacca, rimane costantemente nella metà campo ospite ma fatica a concretizzare, Piemontese sembra troppo isolato e gli arrivano pochi palloni giocabili. L’ingresso di Scuteri vivacizza ancora di più le offensive giallorosse, l’esterno isolitano scorazza sulla fascia e mette in mezzo diversi palloni. Al 40’ l’Isola colpisce, perfetto calcio di punizione di Scuteri e finalizzazione finale di Piemontese, che si conferma bomber insaziabile mettendo in rete la prima vera occasione personale della partita. Passa appena un minuto e l’Isola sfiora il 2-0, è ancora Scuteri a mettere in mezzo un perfetto cross per la testa di Artese, il classe ’97 colpisce bene ma trova la grande risposta di Galluzzo. Gli ultimi minuti sono di totale controllo per Tricarico e compagni che gestiscono il vantaggio fino al triplice fischio.

A fine gara il commento del presidente Sacco è rivolto soprattutto ai tifosi: “Questa società sta facendo enormi sacrifici per portare la città in Serie D, questa squadra è un bene di tutti e non solo mio o della società, andare in D sarebbe un grosso beneficio per tutto il territorio e nelle prossime partite mi aspetto di vedere un pubblico più numeroso. Oggi abbiamo sofferto ma avevo di fronte una grande squadra, l’importante è aver preso i tre punti”.

La Polisportiva Isola Capo Rizzuto

La Polisportiva Isola Capo Rizzuto

la Cittanovese

la Cittanovese

l'esultanza isolitana al gol

l’esultanza isolitana al gol

Lascia un commento

Scroll To Top