La Polisportiva Isola Capo Rizzuto espugna Acri: decide un gol di Piemontese

La Polisportiva Isola Capo Rizzuto espugna Acri: decide un gol di Piemontese

ACRI-POLISPORTIVA ISOLA CAPO RIZZUTO 0-1

ACRI: Leopizzi, Canonaco, Ambrosecchia, Dodaro, Scarnato, Montalto (36’ st Meringolo A.), Naglieri, Siciliano (15’ st Sposato), De Lorenzo, Cotello, Le Piane (25’ st Luzzi). In Panchina: Palumbo, Perri, Meringolo S., Ritacco. All. Giugno.

POL. ISOLA CAPO RIZZUTO: Lamberti, Germinio, Mendoza, Tricarico, Itri, Ginobili, Foderaro, Trentinella (40’ st Ribecco), Piemontese (20’ st Angotti), Corsale (31’ st Cordiano), Di Micco. In Panchina: Pullano, Astorino, Artese, Scuteri. All. Salerno.

ARBITRO: Andreano di Foggia (Spataro e Petrini di Rossano).

NOTE: Spettatori 800 circa (50 gli ospiti). Ammoniti: Scarnato, Dodaro (A), Ginobili, Itri, Di Micco, Angotti (I). Angoli 7-5 per l’Acri.

Acri (Cs) – Inizia col piede giusto il cammino della Polisportiva Isola Capo Rizzuto in campionato, espugna Acri per la prima volta in Eccellenza mandando un chiaro segnale di forza a tutte le altre concorrenti, Acri compresa. Mister Salerno per l’esordio vuole andare sul sicuro e si affida alla soluzione Lamberti tra i pali, scelta che costringe alla panchina capitan Scuteri per via del regolamento under. Certo, il giovane Pullano fino ad oggi non aveva demeritato conquistando la fiducia del tecnico, però in certe partite è giusto sfruttare l’esperienza, e la forza, del portiere più forte della categoria. Dall’altra parte in campo dall’inizio due ex giallorossi, Siciliano e Le Piane.

Il match al “Pasquale Castrovillari” è molto tirato, in campo due squadre ben organizzate tatticamente, soprattutto solide in difesa con pochi spazi per gli attaccanti. Nel primo tempo bisogna aspettare il 10’ per vedere la prima conclusione, ci prova De Lorenzo ma il tiro termina alto. Poco prima della mezz’ora Corsale ci prova su punizione, tiro debole e facilmente intercettato dal portiere di casa. Quando il primo tempo sembra ormai incanalato verso lo 0-0, appena scocca il 46’ Piemontese conferma la sua vena di bomber e mette la palla in rete dopo un perfetto assist del giovane Mendoza.

Nella ripresa l’Acri cerca di fare la partita, ma l’Isola è ben disposta in campo e controlla bene il match. Al quarto d’ora, però, l’Acri sfiora il pari, Cotello prova la girata da pochi passi ma trova lo straordinario intervento del portierone giallorosso Lamberti che nega la gioia del gol all’argentino. L’Isola risponde con una conclusione di Foderaro che finisce fuori, mentre nel finale è ancora Lamberti ad essere decisivo su un’offensiva dei padroni di casa. Finisce 0-1, l’Isola vince in casa di una diretta concorrente per la corsa al vertice e domenica è il turno di un’altra candidata alla vittoria finale, la Cittanovese, stavolta al Sant’Antonio di Isola.

A fine gara il diesse Mazzei esprime soddisfazione per questa vittoria: “Partita difficile e sofferta, sono proprio queste le vittorie che fanno la differenza quando c’è da vincere un campionato. L’Acri è una squadra forte e completa, sono certo che nessun’altra squadra riuscirà a vincere in questo campo”.

Lascia un commento

Scroll To Top