La Polisportiva Capo Rizzuto non sfonda col Roggiano: è solo pareggio. Colpa di un virus?

La Polisportiva Capo Rizzuto non sfonda col Roggiano: è solo pareggio. Colpa di un virus?

POL. ISOLA CAPO RIZZUTO-ROGGIANO 1-1

POL. ISOLA CAPO RIZZUTO: Pullano, De Luca, Scuteri, Viscomi, Deffo (15’ st Le Piane), Ferraro, Tipaldi, Gatto, Covelli, Marano (30’ st Russo), Girasole (40’ st Siciliano). In panchina: Lamberti, Bruno, Marchio, La Porta. All. Leone.

ROGGIANO: Marsico, Esposito, Liparoti, Grandinetti, Petrassi, Terranova, Merenda (20’ De Rose), Salvino, Zicarelli, Casas (24’ st Calomino), Molinaro. In panchina: Crocco, D’Angelo, Orsino (96), Greco (96). All. Perrelli.

ARBITRO: Ranieri di Soverato; (I. De Bartolo, G. De Bartolo di Cosenza).

MARCATORI: 4’ pt Casas; 22’ st Scuteri (I, rig.).

 

Stecca la prima uscita l’Isola Capo Rizzuto di mister Leone, una partita brutta con giocatori apparsi non al meglio per tutta la durata dell’incontro. La causa? Pare che gran parte della squadra, tra venerdì e domenica, abbia accusato gravi problemi intestinali, colpiti probabilmente da un virus. Sono una decina in tutto i calciatori colpiti, tra questi anche Marano, Deffo, Ferraro, Gatto e Covelli, titolari nella sfida col Roggiano, che prima dell’incontro sembravano stare meglio ma poi hanno riaccusato il problema. Durante il match, infatti, Deffo e Marano hanno chiesto il cambio dopo averci provato in tutti i modi, gli altri hanno resistito fino alla fine ma una volta giunti negli spogliatoi sono crollati.

Insomma una partita da archiviare il prima possibile, pensare a rimettersi in forma e testa solo alla Paolana. Prima del match il tecnico è stato costretto a rinunciare a tre elementi cardine della squadra, Ribecco, Richella e Cosentino, tutti e tre out per squalifica. Pronti via, e gara subito in salita, già al 4’ gli ospiti trovano il vantaggio con un gran gol di Casas dai 40 metri, tiro con l’esterno e palla che prende uno strano effetto es’infila sotto l’incrocio alle spalle del giovane Pullano. L’Isola cerca subito di reagire ed è Ferraro poco dopo a sfiorare il pareggio, preciso angolo di Scuteri e testa del difensore, la sfera però tocca fortunosamente la nuca di un avversario ed esce dalla porta. Al 23’ è ancora Casas a far tremare i giallorossi, punizione velenosa dal limite e palla che colpisce in pieno la traversa. Sul finale di tempo il direttore di gara allontana il preparatore Barbuto dalla panchina per proteste.

Ad inizio ripresa il centrocampista argentino Casas ci riprova con l’ennesimo calcio di punizione, tiro preciso e palla di nuovo sulla traversa, stavolta colpisce la parte bassa e carambola sulla linea tra le proteste ospiti che vorrebbero il gol. Al quarto d’ora entra Le Piane e cambia volto al match, l’attaccante cosentino da vivacità e velocità alle offensive dei padroni di casa. Proprio su un’azione personale, qualche minuto dopo il suo ingresso, Le Piane conquista un calcio di rigore, s’incarica della battuta lo specialista Scuteri e palla in rete, 1-1. Da questo momento in poi l’Isola si catapulta in avanti, Le Piane è una spina nel fianco per la difesa ospite e tutte le offensive nascono dai suoi piedi, ci provano Tipaldi, Covelli e lo stesso Le Piane, Marsico è attento e risponde con tre grandissimi interventi che evitano la sconfitta alla sua squadra. Finisce 1-1, punto guadagnato per il Roggiano e mezzo passo falso dell’Isola.

 

La Polisportiva scesa in campo

La Polisportiva scesa in campo

Lascia un commento

Scroll To Top