La Pallavolo Crotone vince nettamente il derby con la Fidelis Cirò Marina

La Pallavolo Crotone vince nettamente il derby con la Fidelis Cirò Marina

(nella foto l’esultanza di Carla Previtera)

METAL CARPENTERIA CROTONE-VOLLEYFIDELIS CIRO’ MARINA 3-0
Parziali: 25-14, 25-23, 25-18

METAL CARPENTERIA: Pioli, Bitonti, S. Reale, M. Reale, Lorenzetti, Muscò, Stasi (L1), Vrenna, Pacecca (L2), Cesario, Previtera. Allenatore: Asteriti

FIDELIS CIRO’ MARINA: Costanzo, Malena, De Franco, Sposato, Carluccio, Cavallaro, Ruggiero, Ceravolo, Vasamì (L). Allenatore: Bastone

ARBITRI: Cangemi ed Esposito

NOTE: durata set 20’, 25’, 20’. Tot.: 65 min

CROTONE – Una vittoria netta, senza possibilità di replica. La Metal Carpenteria Crotone si impone con un perentorio 3-0 nel derby con la Fidelis di Cirò Marina al termine di una partita messa in discussione solo nel secondo set. Mister Asteriti è costretto a rinunciare a Debora Cosentino e Marta Scida, entrambe alle prese con una caviglia malconcia. Parte dalla panchina anche la palleggiatrice Miriam Reale, al suo posto il tecnico piazza in cabina di regia Lorenzetti. Già dalle primissime battute si capisce che tipo di gara sarà.

La Metal Carpenteria si porta immediatamente sul 5-1 e mister Bastone cerca di correre ai ripari con un time-out. Che però non servirà a molto visto che le crotonesi mettono in serie difficolta con le battute le avversarie, Pioli, Bitonti e Silvia Reale sbagliano poco e alla fine del primo set arriva un 25-14 che la dice tutta sull’andamento del parziale. Al cambio di campo l’allenatore cirotano cerca di riorganizzare la sua squadra che scende in campo molto più determinata.

Nella prima parte si gioca punto a punto, la Metal Carpnteria sbaglia qualcosina di troppo e nella fase cruciale del set si portano avanti di quattro punti grazie soprattutto agli attacchi di Sposato e Malena. Proprio in questo momento Asteriti decide di rischiare Miriam Reale facendo rifiatare Lorenzetti. Punto dopo punto il vantaggio si assottiglia fino ad arrivare al 23 pari. Un errore in ricezione della Fidelis e il successivo punto di capitan Pioli consegnano anche il secondo set alla squadra crotonese.

Nel terzo e decisivo gioco le cirotane hanno ormai mollato la presa, le pitagoriche diminuiscono le percentuali di errore e nonostante un timido tentativo di rimonta nel finale la partita finisce sul 25-18. “E’ un periodo un po’ strano – ha commentato mister Asteriti a fine gara – abbiamo perso diverse atlete per distorsioni varie e in più venivamo dalla sconfitta in casa con la Futura Reggio. Contro la Fidelis è arrivata la reazione che mi aspettavo e dovremo continuare a lavorare in questa direzione, l’obiettivo adesso è quello di far bottino pieno anche contro la Costa Viola la prossima settimana”.

Lascia un commento

Scroll To Top