La Nuova Petilia lascia la testa della classifica. Il Carfizzi passa di rigore con Gentile e vince la prima gara

La Nuova Petilia lascia la testa della classifica. Il Carfizzi passa di rigore con Gentile e vince la prima gara

(nella foto un’azione di gioco della gara precedente del Carfizzi)

CARFIZZI-NUOVA PETILIA 1-0

CARFIZZI: Viviani, Caputo, Lombardo, Monaco, (65’ Basta G.), Aversa, De Fazio, Gentile, Vitale, Scarpino, Pompò M., (83’ Pompò G.), Pacenza, Iocca. Allenatore: Malena.

NUOVA PETILIA 2013: Perri, Venturino, Cavallo, Ierardi, Scalise, De Simone, Rocca, Castagnino S., Esposito, Castagnino V.(63’ Berardi),Vona. Allenatore: Cropanese-Gumari.

ARBITRO: Della Mura di Rossano.

MARCATORE: 28′ pt Gentile (rig.).

 

Dopo due vittorie consecutive arriva inaspettatamente la prima sconfitta stagionale per la Nuova Petilia che perde contro il Carfizzi che invece festeggia la sua prima vittoria in campionato. Tre le novità in casa giallorossa rispetto alla domenica precedente : De Simone, Castagnino Vittorio e Vona in luogo di Pace Rosario, Ierardi Luigi Paolo e Rocca Carmine. Il primo tempo registra la supremazia della squadra di casa che passa in vantaggio al 28’ su calcio di rigore per un fallo del difensore De Simone che atterra in area di rigore un calciatore avversario. Dal dischetto Gentile non perdona. La Nuova Petilia si sveglia dal torpore e reagisce con veemenza allo svantaggio prendendo in mano le redini del gioco e costruendo azioni pericolose.

Nel secondo tempo è un vero e proprio assedio con la squadra ospite che fallisce tante buone occasioni da rete colpendo anche due pali ed una traversa. Neanche l’ingresso in campo di Aurelio Ceraudo (63’) sortisce lo sperato effetto e così si arriva alla fine di una partita”stregata” per i petilini. Il Carfizzi onestamente non ha rubato nulla facendo la sua partita e capitalizzando al massimo l’episodio del calcio di rigore.

La Nuova Petilia, la cui sconfitta è immeritata, ha confermato le buone indicazioni che aveva dato nel corso delle due prime partite ma anche un chiaro limite: la poca lucidità sotto rete che non consente di concretizzare in goal l’enorme mole di gioco e le tante occasioni che la squadra crea. Ai due tecnici Cropanese – Gumari il compito di eliminare velocemente una lacuna che alla lunga potrebbe far perdere preziosi punti in classifica. Il prossimo turno vedrà la squadra giallorossa impegnata in casa contro il Real Casino che occupa l’ultima posizione in classifica a zero punti, ma non per questo da sottovalutare. E’ inutile dire che i tre punti sono di obbligo e che è assolutamente vietato sbagliare.

Antonio Scalise

 

Lascia un commento

Scroll To Top