La Luzzese vince con Gagliardi di rigore, Roccabernarda sfortunato

La Luzzese vince con Gagliardi di rigore, Roccabernarda sfortunato

(nella foto Giuseppe De Rito, ex Roccabernarda ora alla Luzzese)

LUZZESE-ROCCABERNARDA 2-1

LUZZESE: Bellisario, De Rito (94), Russo (96), Nicoletti (39’ st Falbo), Reale, Tignanelli, Morrone, Ferraro, Fortino (23’ st Giorno), Gagliardi, Morelli (94) (24’ st De Rose (95)). In panchina: And. Ferraro, P. Gagliardi (95), Incutto (95), Urso (94). Allenatore: Rossi

ROCCABERNARDA: Cava (94), Cianflone (1’ st Falcone), Frijo (94), Bagnato, Biagi, Facente, Brittelli (96), Marrazzo, Pantisano, Percopo, Scigliano  (10’ st Milano). In panchina: Iaquinta (96), Rizza, Aprigliano, Vaccaro (96). Allenatore: De Rito

ARBITRO: Mandaradoni di Vibo Valentia (assistenti: Greco di Rossano e Bonacci di Catanzaro)

MARCATORI: 42’ pt Nicoletti (L), 16’ st Percopo (R, rig.), 22’ st Gagliardi (L, rig.)

NOTE: spettatori 200. Espulsi: all’11’st Pantisano (R), al 18’ st Tignanelli e al 43’ st Morrone (L). Ammoniti: Reale (L); Cava, Frijo, Biagi e Falcone (R). Recupero: 1’ pt; 4’st.

LUZZI (Cs) – Nonostante una buona prestazione, il Roccabernarda non riesce ad espugnare Luzzi e vista la contemporanea vittoria del Cotronei, si trova ora in zona play-out. Alla mezz’ora occasione ghiotta per i ragazzi di De Rito che con Pantisano colgono la parte alta della traversa. Ma è solo un’illusione, infatti poco prima del duplice fischio Morrone anticipa l’uscita di Cava e porta i cosentini in vantaggio.

Nella ripresa succede un po’ di tutto: prima viene espulso l’attaccante ospite Pantisano e poi l’arbitro Mandaradoni concede un penalty per fallo di mano di Tignanelli. Dal dischetto si presenta Percopo che non sbaglia. Passano appena 5′ e viene ristabilita la parità numerica, visto che nelle fila locali viene espulso Tignanelli. La partita è decisa poco dopo con Gagliardi, l’uomo in più della Luzzese, che su calcio di rigore realizza la rete del definitivo sorpasso. Nel finale viene espulso Morrone della Luzzese e approfittando della superiorità numerica Cianflone e compagni provano a far male, ma la sfida è vinta da Giuseppe De Rito che batte il padre, Antonio, per 2-1.

Lascia un commento

Scroll To Top