La lettera del Casabona per lo sport: “Derisi dal direttore di gara. Decideremo se continuare”

La lettera del Casabona per lo sport: “Derisi dal direttore di gara. Decideremo se continuare”

Riceviamo e pubblichiamo la missiva dell’Asd Casabona per lo sport, inviata alla delegazione provinciale di Catanzaro della Lnd ed al Comitato regionale

Quello che è accaduto ieri 1 Marzo nella partita tra Sersalese e Casabona per lo Sport è qualcosa che fa veramente male al calcio dilettantistico, a giudicare dal rapporto di gara sembra ci sia stata una perenne rissa in campo anzichè una partita di calcio , 12 i calciatori ammoniti, 4 espulsi, e 1 dirigente espulso, un vero e proprio bollettino di guerra, questo il giudizio dell’arbitro.

In campo però le due squadre si sono affrontate con lealtà e correttezza, nessun brutto fallo , nessun atto di violenza tra giocatori, nulla che giustifichi ciò che la direzione di gara ieri ha fatto. Ammonizioni del tutto ingiustificate per entrambe le squadre, bastava pronunciare la parola “arbitro” per essere ammoniti, addirittura un calciatore della Sersalese dopo aver raccolto la palla a bordo campo per battere una rimessa laterale veniva ammonito per aver toccato la palla con le mani a suo dire ancora in campo, mentre in realtà si trovava oltre un metro fuori dalla linea laterale, ha ravvisato una posizione di fuorigioco al nostro calciatore Vona lanciato a rete il quale si trovava ad almeno 5 metri dalla linea del fuorigioco, l’azione si svolgeva nella trequarti avversaria e lui si trovava nella nostra trequarti , un fallo laterale trasformato in calcio d’angolo, probabilmente il Sig. Arbitro oltre agli evidenti problemi di forma aveva anche evidenti problemi di vista.

Il culmine si è avuto quando in occasione dell’ultimo goal della Sersalese in evidentissimo fuorigioco, il nostro Capitano chiedeva all’arbitro se avesse visto il fuorigioco, alla risposta positiva dello stesso, il Capitano incredulo chiedeva perché non l’ avesse fischiato, sentendosi rispondere che se l’avesse fatto la società ospitante avrebbe fatto un gran casino. Quest’ultima affermazione è del tutto immotivata poiché la Società Sersalese non ha mai manifestato atti o comportamenti intimidatori all’indirizzo dell’Arbitro, anzi anch’essa ha subito l’incompetenza del direttore di gara Noi chiediamo il massimo rispetto per i sacrifici che dirigenti e calciatori fanno per tenere alto il buon nome del calcio dilettantistico partecipando ad un Campionato dove le diverse società affrontano trasferte che a volte superano i 200 km tra viaggi di andata e ritorno.

Non è possibile essere derisi da qualche ragazzotto di turno che con arroganza decide le sorti di una partita e non consente il sano dialogo tra dirigenti e classe arbitrale. Non è possibile subire certe situazioni che compromettono il risultato e l’intero svolgimento della partita e rischiando che calciatori e dirigenti portati all’esasperazione possano compiere atti ingiustificati che portano poi ad avere ripercussioni sul loro stessi e sulle società di cui fanno parte.

La nostra è una società ha sempre tenuto un comportamento rispettoso verso la classe arbitrale dimostrandolo in campo e fuori dal campo di questo ne è prova il primo posto attualmente detenuto nella Classifica Coppa Disciplina. Alla luce di tutto questo chiediamo, qualora dovessimo continuare (Su richiesta del Presidente della Società, Il Consiglio Direttivo della scrivente è stato convocato in data 05/03/2020 per valutare l’ipotesi del ritiro della squadra dal campionato) con il prosieguo del campionato, maggiore attenzione e tutela con l’invio di arbitri seri e preparati supportati da osservatori arbitrali al fine di dare serenità a un ambiente fin troppo turbato da spiacevoli episodi che ci auguriamo non accadano più.

ASD CASABONA PER LO SPORT

Il Presidente Anselmo De Giacomo

Lascia un commento

Scroll To Top