La cura De Rito funziona, il Roccabernarda espugna il campo del Cotronei

La cura De Rito funziona, il Roccabernarda espugna il campo del Cotronei

(nella foto Stefanizzi, autore del gol vittoria)

COTRONEI-ROCCABERNARDA 0-1

COTRONEI: G. De Gennaro 6,5, Astorino 6 (35’ st Toscano sv), Lidonnici 6, Ioppoli 6,5, Macrì 7, Biagi 6, Bagnato 5,5, Scigliano 6, Pantisano 6,  Sangervasio 5 (16’ st Piperis 6), Danti 5,5. In panchina: Timpano, Ambrogio, C. De Gennaro, Segreto. Allenatore: Piperis 6

ROCCABERNARDA: Pugliese 6,5, Frijio 6, Stefanizzi 6,5, Pignanelli 6, Gerace 6, Facente 6 (20’ st Galasso 6), Falcone 6, Marrazzo 6, Brittelli 6,5 (31’ st Grisi sv), Percopo 6, Milano 6,5.  In panchina: Garofalo, Bonofiglio, Toscano, Vaccaro. Allenatore: De Rito 6,5

ARBITRO: Rispoli di Locri 6 (assistenti: Mordaci di Locri e Emilfthay di Taurianova)

MARCATORI: 44’ Stefanizzi (rig.)

COTRONEI – Perde in malo modo la possibilità di lasciare i bassifondi della classifica il Cotronei di Enzo Piperis. Ieri pomeriggio al “Comunale” la grinta e il carattere dei giocatori del Roccabernarda hanno prevalso sul gioco che per tutta la partita i locali hanno avuto in mano, ma alla fine ha vinto chi ci ha creduto di più. A parte alcune decisioni cervellotiche dell’assistente Emilftahy, e le assenze pesanti di Lorecchio e Carmelo De Gennaro a centrocampo, il Cotronei è apparso per lunghi tratti confusionario e poco convinto. Tanto che lo stesso Piperis al quarto d’ora della ripresa ha sentito l’esigenza di entrare in campo per cercare di dare un pò d’ordine dall’interno alla sua squadra.

Dopo un minuto di raccoglimento per le vittime dell’alluvione in Sardegna, l’arbitro Rispoli dà inizio alla contesa. Ci prova subito Ioppoli su un rinvio corto del portiere ospite, ma il pallone va fuori. Quattro minuti dopo è Bagnato a tentare la via del pallonetto, ma il tiro è debole ed il pallone è facile preda di Pugliese. E’ la squadra di casa che gestisce le operazioni, e al 16’ pt Danti s’incunea in area, ma è anticipato con bravura dal numero 1 ospite. Al 18’ pt Rispoli tentenna un po’ su atterramento in area di Pantisano, ma poi decide di far proseguire il gioco. La prima azione degna di nota degli ospiti arriva al 25’ pt con Milano, che da fuori spara verso la porta di G. De Gennaro, mandando il pallone non lontano dall’incrocio dei pali. Tra il 42’ pt ed il 44’ pt ci sono i due episodi che decidono la partita. Al 42’ pt Ioppoli s’invola verso la porta ospite: Pugliese esce a valanga e lo atterra. L’arbitro indica il dischetto del rigore, anche se decide di non espellere il portiere ospite. Dagli undici metri Sangervasio scocca un tiro da dimenticare, con la palla che va alta di un paio di metri sulla traversa. I locali accusano il colpo e gli ospiti ne approfittano subito. Un minuto dopo G. De Gennaro è chiamato alla grande parata da Falcone e sull’azione successiva il centravanti biancoceleste Brittelli viene toccato da Scigliano in area. L’assistente Emilftahy tra le proteste del pubblico di casa alza la bandierina e Rispoli assegna il rigore al Roccabernarda. Stefanizzi è più freddo e preciso di Sangervasio, e gli ospiti si portano sull’1 a 0.

Negli spogliatoi l’incitamento di Piperis si sente da fuori. Passa il primo quarto d’ora della ripresa. Il pallone è sempre del Cotronei ma gli ospiti si difendono con ordine. Ci prova Danti, con un tiro a volo, e poi Biagi con un’acrobazia in area alla Pantisano. Non c’è nulla da fare. L’ultimo sussulto arriva a dieci minuti dalla fine quando Piperis imbecca Ioppoli, che gira di testa a botta sicura ma non inquadra lo specchio della porta. Fino alla fine è un assalto del Cotronei, ma Stefanizzi e compagni chiudono tutti i varchi prima di andare a raccogliere sotto la tribuna gli applausi dei numerosi tifosi rocchisani presenti. Abbracci e sorrisi tra i dirigenti del Roccabernarda a fine partita, con un’importante striscia positiva che si allunga per l’undici di mister De Rito. Brutta battuta d’arresto per i cotronellari, chiamati ad un impegno difficile domenica prossima a San Fili e alle prese ancora con infortuni ed assenze per squalifica. Piperis in settimana avrà da lavorare molto per ridare entusiasmo a tutto l’ambiente giallorosso.

Lascia un commento

Scroll To Top