La capolista Crotone è una meraviglia: vince a Terni e stacca il Cagliari in classifica

La capolista Crotone è una meraviglia: vince a Terni e stacca il Cagliari in classifica

TERNANA-CROTONE 1-2

TERNANA: Mazzoni; Zanon, Gonzalez, Meccariello, Janse; Busellato, Signorelli (dal 39′ st Dugandzic); Grossi (dal 30′ pt Valjent), Falletti, Furlan; Ceravolo (dal 42′ st Avenatti). In panchina: Sala, Santacroce, Vitale, Zampa, Belloni, Gondo, Diomandé. Allenatore: Breda.

CROTONE: Cordaz; Garcia Tena (dal 10′ st Balasa), Claiton, Ferrari; Di Roberto, Barberis, Salzano, Martella (dal 35′ st Zampano), Ricci, Budimir, Palladino. In panchina: Festa, Sabbione, Capezzi, Stoian, De Giorgio, Torromino, Delgado. Allenatore: Juric.

ARBITRO: Saia di Palermo.

MARCATORI: 6′ pt Garcia Tena (C), 2′ st Falletti (T), 33′ st Ricci (C).

AMMONITI: Ricci (C), Salzano (C), Mazzoni (T), Garcia Tena (C), Zanon (T), Ferrari (C), Ceravolo (T).

ESPULSO: 27′ pt Busellato (T) per doppia ammonizione.

 

Sempre più vicina la serie A per il Crotone targato Ivan Juric. A Terni prova di grande autorità dei rossoblù che sin dall’inizio prendono in mano la partita e la dominano. Gol del vantaggio al 6′ con un colpo di testa di Garcia Tena su angolo: Mazzoni smanaccia ma la palla è entrata interamente. Il Crotone tiene il pallino del gioco, con possesso di palla vicino al 70% e non rischia quasi mai. La Ternana rimane pure in 10 al 27′ per una doppia ammonizione di Busellato che, dopo un fallo, protesta.

A sorpresa ad inizio ripresa la squadra di casa pareggia con una grande azione personale di Falletti che dal limite dell’area trova l’angolino. Pressione costante dei rossoblù per tornare in vantaggio, Mazzoni compie i miracoli su Budimir, Ferrari e Claiton. Al 78′ cross da sinistra di Palladino e colpo di testa chirurgico di Ricci che fa palo-gol. Il Crotone potrebbe arrotondare con Palladino (bravissimo Mazzoni in tuffo) e Budimir, ma il 2-1 va più che bene.

Con le terze a -16 in teoria si potrebbe festeggiare anche nel prossimo turno la matematica promozione, ma è altamente improbabile. Pur vincendo con lo Spezia, infatti, è necessario che perda il Bari (che ospita il Como fanalino di coda) e non vinca il Trapani, ed inoltre dovrebbero pareggiare Pescara e Cesena nello scontro diretto. Più facile che la matematica promozione arrivi a Cesena nel turno infrasettimanale, o con il Como allo Scida.

In ogni caso, si avvicina il primo posto finale. Il Cagliari perde ad Ascoli e va a -5. Il Crotone è già nella storia, mai nessuna squadra calabrese ha avuto numeri simili in serie B

Lascia un commento

Scroll To Top