La Caccurese rimonta e vince in casa del Cremissa. Decide Silletta

La Caccurese rimonta e vince in casa del Cremissa. Decide Silletta

(nella foto il Cremissa)

CREMISSA-CACCURESE 1-2

CREMISSA 1920: Dell’Aquila, Todaro, Khadiri, De Mare (A) , Ismaili (E), Mummolo (A), Cortese, Tucci (A) Manno, Playska, De Bertolo ( 31′ st Capoano) A disp: Rizzo, Filippelli, Naty, Acri, Bonesse , Cavallaro. Allenatore: Martino.

CACCURESE: Oliverio, Iaquinta, Cordua, Cavallaro, Urso (13′ pt Strada), Felletti, Loria ( 8′ st Silletta S.), Spadafora, Astorino, Pugliese (39′ st Nigro), Silletta. A disp. Loria S, Loria A., Danti. Allenatore: De Gennaro.

ARBITRO: Lepera di Rossano.

MARCATORI: 15′ pt Cortese (Cr), 45′ pt Felletti (Ca), 35′ st Silletta S. (Ca)

Ancora una delusione per la Cremissa 1920 che, tra le mura amiche del Punta Alice, subisce una immeritata quanto rocambolesca rimonta ad opera della Caccurese, brava e cinica a capitalizzare le poche azioni da gol costruite nell’arco dei novanta minuti. A fare la partita, infatti sono i padroni di casa guidati da mister Francesco Martino, che sin dai primi minuti spingono in avanti alla ricerca del vantaggio. Come spesso è accaduto, anche nella scorsa stagione, però i locali riescono a raccogliere molto, ma molto meno di quanto seminato. La squadra di De Gennaro, invece, ordinata e ben messa in campo prova a sfruttare in ripartenza gli spazi concessi, creando gli unici pericoli con conclusioni dalla di stanza che si riveleranno fatali ai fini del risultato.

A sbloccare il match è Cortese, abile al 15′ a conquistare palla sulla trequarti ed a beffare Oliverio con un potente destro che si insacca in rete, facendo esplodere di gioia il pubblico del Punta Alice numerosissimo per l’occasione. Nei minuti successivi la Cremissa prova a mettere al sicuro il risultato, ma gli avanti granata sciupano le opportunità costruite e così proprio allo scadere della prima frazione arriva la beffa. Un calcio piazzato da posizione non eccessivamente pericolosa che, però, si insacca sotto la traversa con la complicità del portiere. La doccia gelata scuote i ragazzi di Martino che nella ripresa vanno vicinissimi al nuovo sorpasso, ci provano in sequenza: De Mare, Manno e De Bertolo, ma ogni conclusione viene sventata dall’intervento di Oliverio. Le opportunità più ghiotte capitano sui piedi dello stesso De Bertolo, il quale, da pochi passi calcia incredibilmente addosso all’estremo difensore ed a Playska il cui diagonale, sempre a tu per tu con il portiere, si stampa sul palo.

Quando ormai la partita sembra destinata a concludersi con il pareggio, risultato addirittura stretto per i padroni di casa, ecco che il calcio rivela per l’ennesima volta quanto sia bello e spietato allo stesso tempo; bello per la Caccurese che al 35′ trova il sorpasso grazie ad una conclusione dalla trequarti di Silletta S. che si insacca incredibilmente in rete lasciando di stucco portiere e tifosi. Spietato per la Cremissa che dopo aver sfiorato per diverse volte il vantaggio è costretta a capitolare.

In realtà nei minuti restanti De Mare e compagni riescono a trovare nuovamente il pari sfruttando un calcio piazzato deviato in rete da Ismaili, senza fare i conti, però, con il direttore di gara che annulla per fuorigioco. Delusione e amarezza a fine gara tra le fila granata, per una classifica che resta ancora a zero e per un match che poteva portare almeno un punto, ma allo stesso tempo fiducia e consapevolezza in un gruppo che può avere ampi margini di miglioramento. Tanta felicità, invece per i giallorossi, che riescono nel colpaccio portandosi a quota quattro.

Domenico Guarascio

Lascia un commento

Scroll To Top