Kroton Nuoto assoluta dominatrice in Calabria. Vinta la Coppa Brema

Kroton Nuoto assoluta dominatrice in Calabria. Vinta la Coppa Brema

Domenica 22 dicembre, nella Piscina Provinciale di Catanzaro Lido, si è disputata la fase regionale della Coppa Brema, manifestazione di nuoto a carattere nazionale che vede impegnate tutte le società italiane in un vero e proprio campionato italiano a squadre.

La prima fase è a carattere regionale per determinare le 20 formazioni che si contenderanno nel 2014, probabilmente a Roma, il Titolo Italiano. Un evento importantissimo che mostra la qualità tecnica di ogni società tenuta ad iscrivere i suoi migliori atleti. La Kroton Nuoto si è presentata agguerritissima perchè conscia del suo valore e delle sue concrete possibilità di vittoria. I suoi migliori 12 atleti si sono espressi al massimo delle loro possibilità per centrare una finale nazionale che arriva a Crotone dopo oltre 10 anni. Una vera e propria consacrazione con risultati cronometrici di assoluto valore anche nazionale e con una superiorità che, come ad esempio nelle staffette 4×100 mista e 4×100 sl maschile, è stata “disarmante”.

Un risultato che dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, come la crescita della Kroton Nuoto sia da anni inarrestabile portando il nuoto di Crotone, quello vero, a risultati che in troppi, a parole, cercano invano di raggiungere. Un clima sereno e produttivo regna nella società del presidente Crugliano, un team di atleti veri sia dal punto tecnico che comportamentale che si sacrificano giornalmente sotto la guida di professionisti come l’Allenatore Federale Roberto Fantasia ed il Preparatore Atletico Antonio Proietto, coadiuvati da un Nutrizionista ed uno Psicologo.

Uno staff di primo ordine che, con l’aiuto del Direttore Tecnico Daniele Paonessa, ha lavorato sodo con risultati sempre più eclatanti.

Lo squadrone pitagorico è stato allestito con intelligenza per rimanere performante in tutte le gare della manifestazione: S. Amideo, E. Buzzurro, E. Lumare, D. Pirozzi, F. Rota, Ma. Colurcio, Mi. Colurcio, C. De Meo, A. Gennarini, F. Marino, D. Santoro.

Roberto Fantasia raggiante e con ancora la Coppa in mano dichiara: “Devo ringraziare particolarmente il preparatore atletico Antonio Proietto, un vero professionista, con il quale stiamo facendo un lavoro in piena sinergia”.

Ora le valutazioni del mister sui singoli campioni:

AMIDEO Salvatore ha dominato le gare a rana (100 e 200), la sua specialità, regalando però una prestazione tutta cuore e muscoli anche nei 1500 sl. Purtroppo Salvatore non è arrivato al top a questo appuntamento, ma si conferma comunque tra i migliori a livello Nazionale. Da lui ci si aspetta molto quest’anno.

BUZZURRO Emanuele, ha migliorato la sua performance nei 400mix fermando i cronometri sul 5’08″25, un eccellente crono perchè conseguito nonostante le non perfette condizioni fisiche. Grandi aspettative per il 2014.

DE MEO Edoardo, ha sfruttato al meglio le sue doti da velocista nei 50 sl chiudendo con un’ottimo 25’01. L’atleta crotonese è ancora alla ricerca della nuotata più ampia ed efficace che gli permetterebbe un grande salto di qualità. Nonostante ciò è riuscito a migliorarsi di quasi un secondo. Molto positiva la sua prova.

LUMARE Pasquale, scende il muro del minuto sui 100 farfalla. Un ragazzo che nutre la stima e considerazione dell’allenatore e di tutto lo staff tecnico. Nei 200 farfalla ferma il cronometro sul 2’12”40 nonostante un’arrivo imperfetto. Una gara comunque magistrale che speriamo gli dia convinzione e maggiore entusiasmo per il futuro che potrebbe essere ricco di risultati importanti.

PIROZZI Daniele, impegnato nei 400-200-100 sl più staffette, si è sacrificato come al solito per la squadra. Fantasia si aspetta da lui più continuità negli allenamenti per tornare agli straordinari livelli di un tempo. Davvero un peccato per un’atleta che riesce a esprimersi sempre al massimo delle sue possibilità in gara. Non dare il 1o0% però anche in allenamento è un peccato. Quando Pirozzi riuscirà a garantire continuità… ne vedremo delle belle!

ROTA Francesco è ormai una certezza. Atleta che da oltre un anno è in trend positivo con continui miglioramenti sia cronometrici che tecnici. Basti pensare che solo 12 mesi fa, nei 100 dorso, valeva 1’04″80, mentre oggi 59″32. Ora però non bisogna cullarsi sugli allori mantenendo volontà ed umiltà e soprattutto quella voglia di emergere che è stata la “molla” dei risultati conseguiti fino ad oggi. Molto competitivo anche nei 200 mx chiusi in un interessante 2’15″00.

COLURCIO Martina, arrivata all’appuntamento con un’ottima condizione psicofisica, ha migliorato notevolmente soprattutto nei 50 sl (28”10) pur non nuotati in maniera perfetta, nei 100 sl conclusi in 1’01”50 e nei 200 sl (2’18”12).
Martina ha dominato le sue gara preferite ovvero quelle veloci 50 e 100 sl.

COLURCIO Miriana, “stoica”. Nonostante la febbre ha incamerato un primo posto nei 100 dorso con 1’08”51 ed ha dato un importante contributo nella staffette 4×100 mista e 4×100 sl.

DE MEO CAMILLA vince i 100 farfalla migliorando il suo tempo (1’07”60), un crono che abbasserà ulteriormente a marzo in vista dei campionati Italiani di Riccione 2014. Continua il trend positivo nei 200 farfalla (2’34”12) e 400 mix (5’30”15).

GENNARINI Alessandra ottima negli 800 sl dove migliora il suo personale di oltre 10 secondi abbattendo il muro dei 10’00 e chiudendo in 9’59”08. Buona la prova anche nei 400 sl e nelle staffette .

MARINO Federica migliora nei 200 dorso percorsi in 2’38”42 che comunque dovrà limare notevolmente per fare quel salto di qualità richiestogli dal tecnico ed attualmente nelle “braccia” dell’atleta.

SANTORO DANIELA Dopo uno stop di oltre 12 mesi dalle attività agonistiche, sta tornando lentamente ad esprimersi su tempi importanti. Ottima la prova nei 200 rana dove trova in 2’58”82 un ottima iniezione di fiducia, nei 100 soffre l’ansia dell’esordio, il tecnico e tutti i compagni di squadra credono in lei.

A margine della importante manifestazione, si sono disputati le “prove record” per migliorare i record Regionali degli atleti più giovani. La Kroton Nuoto lo ha fatto in sette gare centrando l’obbiettivo in cinque. Nelle altre due ha fallito a causa di squalifiche assolutamente inesistenti che hanno non poco infastidito il team crotonese. In particolare quella patita da Daniele Buzzurro nei 100 mx dopo una prestazione maiuscola. Il piccolo atleta pitagorico infatti era stato capace di “demolire” di ben 9 secondi (1’22″20), un’eternità, il precedente record.

Errore mastodontico dei Giudici anche nel caso della staffetta 4×50 Mista femminile che, con una prestazione superlativa, aveva letteralmente “stracciato” di oltre 12″ il precedente limite. Il gruppo è stato squalificato per una “presunta” virata irregolare nel cambio dorso-rana.

I rec0rd però sono stati conquistati dalle seguenti staffette:
4X50 MIX MASCH. RAGAZZI (ROTA-PODELLA-BUZZURRO-TORCHIA) 1’55”5 RECORD CATEGORIA RAGAZZI
4X50 MIX MASCH. ES.A (PALERMO-CRUGLIANO-ZIZZA-RAJANI) 2’17”18 RECORD CATEGORIA ES.A
4X50 SL MASCH. (BUZZURRO-PODELLA-TORCHIA-ARCURI) RECORD CATEGORIA RAGAZZI
4X50 SL MASCH ES. A (RAJANI-CLAUSI-ZIZZA-PALERMO) 2’03”1 RECORD CATEGORIA ES.A
4X50 SL RAGAZZI FEMM, (MARINO-ROTA M.-GUERRIERO-OPPIDO) RECORD CATEGORIA RAGAZZI

La classifica generale:

1 KROTON NUOTO 16424
2 TUBISIDER COSENZA 16400
3 ASD PIANETA SPORT 15499
4 GRUPPO POLISPORTIVA CZ 15055
5 CS IL GABBIANO PAOLA 12805
6 ATHLON SSD-ISCA IONIO 13265
7 PAIDEA SD-REGGIO CAL 12732
8 GRUPPO ATLETICO SPORTIVO 6874
9 NUOTATORI KROTONESI 4976

Lascia un commento

Scroll To Top