Karate nazionale, l’AKC seconda a squadre con 2 ori, 3 argenti ed un bronzo

Karate nazionale, l’AKC seconda a squadre con 2 ori, 3 argenti ed un bronzo

Lo scorso weekend a Quiliano (Savona) si è svolto il 5° Campionato Nazionale Master di Karate. Presenti 204 atleti finalisti appartenenti a 101 società in rappresentanza di 18 regioni. Sabato 27 sono stati assegnati i titoli per quanto riguarda le gare di kata, mentre domenica 28 è toccata alla gara dei campioni del kumite. Proprio in questa ultima specialità l’AKC ha ancora una volta lasciato il segno del suo passaggio centrando per ben 6 volte i gradini del podio con altrettante medaglie di cui due d’Oro. In campo femminile le Campionesse della categoria Master D sono due volti noti nell’ambiente master dell’AKC, ancora una volta infatti a portare a casa il pregiato metallo ci hanno pensato Claudia Alia nella categoria + 68kg che ha bissato il titolo dello scorso anno ed Antonella Mustacchio la quale, scesa nella categoria 61kg, ha riconfermato l’Oro dell’edizione precedente ottenuto nei -68kg. Fattore importante di queste due medaglie d’oro è che sono bastate per raggiungere il punteggio necessario per arrivare al secondo posto nella classifica finale femminile per società che ha visto al 1° posto il Karate Club Savona (SV); al 2° Accademia Karate Crotone (KR), 3° Budokan Portuali Livorno (Li), 4° Karate Team New Tigers (Bg).

Nella competizione maschile a cominciare la raccolta di pregiato metallo è stato proprio Luigi Galea, già campione italiano 2016 e nella doppia veste di atleta e Coach, il quale questa volta, a causa di una precedente distorsione, non ha potuto esprimersi come al solito e, malgrado tutto, ha centrato il terzo gradino del podio aggiudicandosi la Medaglia di Bronzo nella classe Master D +94kg. A seguire un’altra importante medaglia ma questa volta grazie a Salvatore Cimino il quale bissa il successo dello scorso anno e si riconferma vice campione con la medaglia d’Argento nella categoria -67kg. Complimenti a Vincenzo Vutera, atleta specialista di Kata, che a questa sua prima competizione di kumite, ha visto sfuggire per un soffio la finale per il bronzo piazzandosi comunque ad un onorevole 5°posto nei -75kg.

A ricomporre la scia positiva è arrivato subito dopo Raimondo Calabretta il quale, nella classe Master C, si è aggiudicato, per il secondo anno consecutivo, la Medaglia d’Argento nei -60kg. Chiude il bilancio la sesta pregiata medaglia, anche questa volta d’Argento, di Gino Greco il quale nella classe Master B -75kg, in una spettacolare finale ha visto sfuggirgli di mano il metallo più pregiato. Nota di merito per il coraggioso Lino Greco, il quale già sfavorito dal sorteggio che lo ha posto nella stessa poule del fratello, ha dovuto sopportare una dolorosa contusione alla caviglia che non gli ha consentito di andare oltre il 7° posto. Anche in questo caso la somma dei punteggi ottenuti dagli atleti dell’AKC ha portato ancora una volta la scuola pitagorica sul podio della classifica del Kumite per società nella gara maschile che ha visto 1° Jissen Dojo Karate Club(MI); 2° Accademia Karate Crotone(KR); 3° Karate Club Savona(SV) 4° Judo Karate Club(MI).

Doveroso complimentarmi col M° Rosario Stefanizzi per il lodevole lavoro svolto – sottolinea il M° Enzo Migliaresee che purtroppo non ha potuto godere dei bei risultati in loco in quanto è stato impossibilitato ad essere presente alla manifestazione. Come da tempo accade in queste occasioni ho ricevuto a nome di tutti il plauso dal Presidente regionale fijlkam Gerardo Gemelli, dall’assessore allo sport Giuseppe Frisenda, dal Delegato Coni Daniele Paonessa e dal Delegato Provinciale fijlkam Maurizio Tripaldi. Questo risultato ci gratifica tanto e ci da la carica necessaria per continuare perché anche nel settore “Master” mettiamo il massimo della energia e della passione“.

Lascia un commento

Scroll To Top