Juniores nazionali, che beffa per l’Isola! Eliminata per il gol segnato in trasferta dal Cerignola

Juniores nazionali, che beffa per l’Isola! Eliminata per il gol segnato in trasferta dal Cerignola

ISOLA CAPO RIZZUTO-CERIGNOLA 2-1

POL. ISOLA CR: Pullano, Girasole, Correale (17’ st Ndiaye <36’ st Laporta>) , Cava, Loprete, Germinio, Artese, Caterisano (23’ st Fauci), Morabito, Policastrese, Zumpano. In panchina: Simeri, Elia, An. Migale, Ag. Migale. Allenatore: Marsala.

AUDACE CERIGNOLA: Marinaro, Cappellari, Catalano, Pellegrino, Gasparro, Merafina, Fiorino (22’ st Casieri), Amoruso, Casale, Monopoli, Russo. In panchina: Calvio, Paolicelli, Tristano, Vasciaveo, Radatto, Pulcino.

ARBITRO: Madonia di Palermo (Ammirata e Micalizzi di Palermo).

MARCATORI: 10’ st Germinio, 15’ st Russo (C), 35’ st Fauci (rig.).

NOTE: Al 34’ st espulso Catalano per doppia ammonizione.

 

Non basta il cuore, la formazione Juniores della Polisportiva Isola Capo Rizzuto dice addio al campionato nazionale dopo una straordinaria prova contro i pari età del Cerignola. La squadra giallorossa in campo mostra i muscoli e vince contro una delle candidate alla vittoria finale, ma è una vittoria amara, il 2-1 non basta per passare il turno. Il gol in trasferta premia i pugliesi che ora affronteranno nel prossimo turno i romani della Vigor Perconti. Esce comunque a testa alta la squadra di mister Marsala, una prova di cuore e grinta che conferma la grande forza di questo gruppo, non a caso arrivato tra le prime otto formazioni in Italia della categoria.

La partita è bella e ricca di emozioni, di fronte due grandi squadre che regalano tanto spettacolo al numeroso pubblico, con una discreta presenza ospite. Nel primo tempo le azioni vere e proprie sono poche, l’Isola tiene palla maggiormente e domina a centrocampo col terzetto Artese – Cava – Caterisano, tante le occasione create ma nessuna sfruttata, si sente l’assenza di un attaccante vero. Il Cerignola sembra in affanno in fase difensiva, è chiuso perennemente nella propria metà campo ma quando riparte in contropiede è devastante grazie soprattutto alle giocate di Russo e Monopoli, proprio quest’ultimo ci prova due volte, al 16’ e al 46’, ma in entrambe le occasioni trova la pronta risposta di Pullano. L’Isola spinge già dai primi minuti, al 3’ Loprete di testa spreca una ghiotta occasione spendendo alto il pallone. Poco dopo Zumpano prova a pungere sulla corsia destra, due palloni in mezzo ma nessuno ci arriva. Lo stesso Zumpano poco dopo viene anticipato da Catalano poco prima della conclusione, poi ci prova Policastrese di testa, ancora fuori. La difesa ospite continua a soffrire e in pieno recupero rischia di subire: Palla in profondità per Artese, il portiere esce fuori area e anticipa con un colpo di testa, la palla arriva a Policastrese che conclude di prima intenzione, la sfera cammina verso la porta ma esce di poco col portiere ormai battuto.

Nella ripresa l’Isola aumenta il forcing, il Cerignola è alle corde: Al 6’ ci prova Cava su punizione, tiro respinto, il gol è nell’aria e arriva pochi minuti più tardi: Corner battuto da Cava e testa di Germinio che approfitta di un indecisione di Marinaro e lo batte. L’Isola vuole chiuderla e prova ad approfittare del buon momento, forse troppo frettolosamente. Al 13’ Zumpano calcia con poco forza sfumando una buona occasione. Al 15’ ripartenza del Cerignola con Monopoli, palla al centro per Russo che da pochi passi non sbaglia, 1-1. Peccato, tutto da rifare per Cava e compagni. La squadra giallorossa prova a ricomporsi e al 22’ ci prova Artese, il portiere è attento ma l’Isola rimane in fase offensiva. Al 35’ si riaprono le speranze, Zumpano lanciato in area viene messo giù da Catalano, l’arbitro indica il dischetto ed espelle il difensore ospite: dagli 11 metri Fauci non sbaglia. Un minuto più tardi il neo entrato Ndiaye chiede il cambio, ancora problemi muscolari per lui, al suo posto Laporta.

Gli ultimi minuti sono un vero e proprio assedio dei giovani locali, ci provano Laporta, Policastrse, Zumpano e Morabito, nulla di fatto, finisce con l’esultanza della squadra pugliese. A fine gara grande fair play in campo tra due società corrette e molto sportive, ottima anche la direzione arbitrale. Il presidente Leonardo Sacco, e tutta la società, si congratula con l’Audace Cerignola per il passaggio del turno, augurando loro buona fortuna per il prosieguo del campionato.

 

il gol decisivo degli ospiti

il gol decisivo degli ospiti

Lascia un commento

Scroll To Top