Isola, parola al diesse Garrubba: “Mercato positivo, via chi non crede nel progetto”

Isola, parola al diesse Garrubba: “Mercato positivo, via chi non crede nel progetto”

Chiuso il nuovo anno con una vittoria ed una prestazione straordinaria, l’Isola Capo Rizzuto di Renato Mancini si prepara ad affrontare il 2020 con un carico di positività. Carica che è arrivata già in questa fase di calcio mercato, in cui la società è stata molto attiva, grazie al meticoloso lavoro del diesse Garrubba.

Tante le partenze che hanno sfoltito una rosa apparsa ampia in alcuni reparti e arrivi mirati nei reparti più in difficoltà: “Non abbiamo voluto trattenere chi non credeva nel progetto – afferma il diesse Francesco Garrubba – chi non aveva più gli stimoli per andare avanti, la finestra di mercato di dicembre ci è servita per tirare alcune somme”.

Far parte di questa società –afferma ancora Garubba – è un privilegio che chi non comprende non può farne parte”. Lo stesso direttore sportivo, ex Crotone, si sofferma poi sugli arrivi: “Siamo intervenuti con cognizione di causa e non tanto per prendere, abbiamo preso un under di grande spessore come Carmine Ventura, classe 2001, che è anche amato dalla piazza considerando che è un calciatore che stava ben figurando nel settore giovanile del Catanzaro; è arrivato anche Sem, un jolly offensivo svincolato dal Crotone che potrà esserci molto utile durante l’arco del campionato. Poi, ovviamente, abbiamo puntato sull’esperienza ingaggiando uno degli uomini di maggiore qualità del panorama dilettantistico calabrese, ovvero quell’Andrea Marano che già in passato aveva mostrato le sue doti con questa maglia. Penso che abbiamo fatto tanto e ora possiamo puntare con maggiore serenità all’obiettivo playoff”.

Dunque mercato chiuso per l’Isola? “Per il momento si, c’è da aggiungere che da gennaio sarà disponibile anche Simone Matozzo, altro under interessante che arriva dal Catanzaro e già da un mese si allena con noi. Il resto siamo al completo, se poi capiterà qualche occasione allora non ce la faremo sfuggire”.

Magari tra queste occasioni ci sarà quel difensore centrale richiesto da Mancini come regalo di Natale? “E’ vero che al centro della difesa siamo contanti, abbiamo puntato su Assisi che anche se fuori ruolo sta disputando una grande stagione. Aspettiamo la giusta occasione per intervenire e se dovesse arrivare certamente non ce la lasceremo sfuggire, il mercato è sempre aperto”.

A proposito di Assisi quanto peserà la sua assenza domenica? Che partita sarà contro la Vigor? “Sarà una sfida aperta ad ogni risultato, loro stanno andando bene, hanno una squadra importante e un nome che punta certamente a ben altre categorie. Noi scenderemo in campo con la testa di sempre e con in mente un solo risultato, la vittoria”.

Lascia un commento

Scroll To Top