Isola Capo Rizzuto-Siderno: tabellino e commento del match

Isola Capo Rizzuto-Siderno: tabellino e commento del match

(nella foto Pugliese abbracciato dal vice allenatore Zangari)

ISOLA CAPO RIZZUTO-JONICA SIDERNO 3-0

ISOLA CAPO RIZZUTO: Lamberti 6.5, Martino 6.5, Assisi 7, Comito 6.5 (45’ st Innaro SV), La Gamba 6.5 (25’ st Piperissa 6.5), Sorgiovanni Mat. 6.5 (45’ st Greco SV), Khanfri 6.5 (23’ st Cava 6.5), Lorecchio 7, Catania 6.5, Rondinelli 7.5, Sorgiovanni Mar. 6.5 (23’ st Pugliese 7). Allenatore: Mancini 7.

JONICA SIDERNO: Nania 6.5, Barranca 5.5, Simonetta 5, Foglia 5.5, Macrì 6, Cossu 5.5, Cammalleri 5 (11’ st Figliomeni 6), Pasqualino 5, Gliozzi 5, Tozzo 5, Panetta 5.5. Allenatore: Carabetta 5.

ARBITRO: Longo di Paola 6 (Di Giorgi di Vibo; Critelli di Catanzaro).

MARCATORI: 4’ st Rondinelli, 34’ st Pugliese, 44’ st Assisi.

NOTE: Spettatori 200 circa. Ammoniti: Barranca (S); Angoli 5-3 per l’Isola; Recupero 1’pt; 3’st.

 

ISOLA CAPO RIZZUTO. Continua la serie positiva dell’Isola Capo Rizzuto, una squadra che ha cambiato radicalmente marcia nelle ultime uscite raccogliendo ben dieci punti nelle ultime quattro partite. Il dato più importante riguarda senza dubbio la difesa che rimane imbattuta per la quarta gara consecutiva, mentre la fase offensiva ha portato ben sette gol nello stesso periodo. Insomma, l’Isola è tornata e il 3-0 al Siderno è una conferma importante e, soprattutto, un’ulteriore iniezione di fiducia per gli uomini di Mancini.

Andando nel dettaglio del match il primo tempo non ha offerto grandi emozioni al pubblico presente, a parte qualche azione sporadica: al 4’ è incredibile l’errore commesso dalla difesa dell’Isola che regala a Tozzo la grande occasione del vantaggio quasi a porta vuota, il numero 10 ospite riesce incredibilmente a sbagliare; l’Isola risponde con un tiro di Marco Sorgiovanni che esce di poco mentre alla mezz’ora è Gliozzi a non centrare la porta. L’ultimo sussulto del primo tempo lo crea Rondinelli con un tiro deviato in angolo da un difensore.

Nell’intervallo le urla di Mancini si sentono fin sopra gli spalti, l’Isola entra in campo un piglio e già al 4’ colpisce: Rondinelli allarga il gioco sulla destra e si avvia verso il centro dell’area, dall’altra parte ritorna un cross perfetto che il numero 10 trasforma in gol con un destro al volo. Grande azione dell’Isola e primo sigillo in maglia giallorossa per l’ex Vigor Lamezia. Al 13’ Khanfri ha sui piedi la palla del 2-0 ma Nania si oppone da grande ed evita la rete. Il Siderno a questo punto alza il baricentro e costringe l’Isola nella propria metà campo per circa venti minuti: al 18’ Gliozzi cicca clamorosamente il pallone a due passi da Lamberti; al 20’ palo del neo entrato Figliomeni. Al 24’ è ancora Figliomeni a rendersi pericoloso, il suo pallonetto scavalca Lamberti ma esce di poco. Mancini urla dalla panchina e inizia la girandola di cambi, l’ultima chance per il Siderno è un tiro di Panetta dal limite che sfiora la traversa. L’Isola reagisce e poco dopo la mezz’ora Catania trova la grande parata di Nania che devia in angolo una conclusione ravvicinata: dallo stesso corner nasce il gol del 2-0 firmato Vincenzo Pugliese. Da qui alla fine l’Isola gestisce bene e al 44’ arriva il 3-0 di Assisi con un gran tiro dal limite dell’area s’infila sotto l’incrocio. Vittoria meritata ma passivo troppo pesante per il Siderno.

Lascia un commento

Scroll To Top