Isola Capo Rizzuto-Sersale, tabellino e commento del match di Coppa

Isola Capo Rizzuto-Sersale, tabellino e commento del match di Coppa

ISOLA CAPO RIZZUTO-SERSALE 4-2

ISOLA CAPO RIZZUTO: Lamberti 6.5, Liperoti 6.5, Greco 5.5 (15’ st Mirabelli 7), Ferrarelli 6, Cosentino 6.5, Martino 6.5, Assisi 7, Innaro 5.5 (26’ st Pittella 6), Russo 8, Piperissa 7 (40’ st Iannone SV), Catania 7. All. Leone.

SERSALE: Parrottino 4, Giglio 5.5 (20’ st Capellupo 6.5), Camara 6.5, Torchia 6.5, Scalise 5, Vasapollo 6.5 (33’ st Critelli SV), Arcuri 5.5 (35’ st Panzini), Carrozza 5.5, Ortolini 6 (40’ st Milone SV), Nesticò 6.5, Pugliese 5.5. All. Parentela.

ARBITRO: Cropanise di Rossano (Marucci e Cavallo di Rossano).

MARCATORI: 24’ pt Nesticò (S), 38’ pt Ortolini (S), 41’ st Catania (I), 46’ st (rig.), 49’ st 50’ st Russo (I).

NOTE: 19’ st Espulso Scalise (S) per doppia ammonizione; 42’ st espulso Parrottino per proteste; Nel recupero allontanati dalla panchina il presidente Ettore Gallo e il tecnico Andrea Parentela del Sersale. Recupero: 1’pt; 6’st; Angoli 9-5 per il Sersale.

 

ISOLA CAPO RIZZUTO: Cuore, grinta e un anche pizzico di fortuna. Così l’Isola Capo Rizzuto rimonta il doppio svantaggio contro il Sersale e realizza quattro gol in dieci minuti. La compagine di Leone è scesa in campo ampiamente rimaneggiata e con ben sei under titolari, nonostante ciò è riuscita a tenere a bada il Sersale e alla fine costringerlo alla resa. Super la prova di Russo, l’ex di turno chiude con una splendida tripletta che fanno di lui il man of the match. A dirla tutta, però, per lunghi tratti l’Isola è apparsa impacciata nella zona nevralgica del campo dove si sente la mancanza di uomini di spessore e di esperienza, certo i giovani sono qualità ma probabilmente serve altro se davvero l’obiettivo è un campionato importante, considerando soprattutto che Lorecchio è ancora fermo ai box e ne avrà almeno per altri dieci giorni.

Nel primo tempo c’è solo il Sersale in campo, la squadra del presidente Gallo mostra muscoli e forza e sembra poter chiudere la partita in qualunque momento e di fatto al 24’ arriva il vantaggio con un perfetto calcio di punizione di Nesticò che beffa Lamberti. Il raddoppio lo trova il giovane Ortolini, fratello d’arte, con un tocco ravvicinato al 38’. Nel secondo tempo esce fuori l’Isola e prende ancora maggiore coraggio dopo il secondo giallo sventolato a Scalise, l’uscita di uno dei leader distrugge mentalmente il Sersale, intanto il tempo scorre e le speranze per l’Isola diminuiscono: al minuto 41’ Catania riapre i giochi e l’Isola, nonostante i pochi minuti a disposizione ci prova e poco dopo rimedia un calcio di rigore per netto atterramento di Camara su Russo: dagli undici metri lo stesso bomber non sbaglia e fa 2-2. Nella stessa azione è stato espulso Parrottino per protese e Sersale in 9. In pieno recupero la chiude ancora Russo con altri due gol, 4-2. Pazzesca Isola.

fonte: Gazzetta del Sud

Lascia un commento

Scroll To Top