Isola Capo Rizzuto sconfitta a Gela: decisivo l’avvio di ripresa dei siciliani

Isola Capo Rizzuto sconfitta a Gela: decisivo l’avvio di ripresa dei siciliani

GELA-ISOLA CAPO RIZZUTO 2-0

GELA: Biondi; Roccella, Campanaro, Moi(31′ st.Brugaletta), Bruno; La Vardera (14’st.Iannizzotto), Cosenza, Cuomo; Alma (42’st.Cataldi), Dorato, Bonanno (35′ st,Trombino). A disp.: Cascione, Chidichimo, Raimondi, Tomaino, Marinali. All.: Romano.

ISOLA CAPO RIZZUTO: Lamberti, Basile (11′ pt Mirabelli), Cassaro, Gondra, Magliano, Di Cuonzo, Sangarè, Cristiano (29’st.Cava), Colacchio (42′ st. T. Bruno), Pellizzi, Calabretta (21′ st.Berlingeri). A disp.: Pullano, Baiata, Assisi, A. Bruno, Caterisano. All. Mesiti.

ARBITRO: Delrio di Reggio Emilia (Angileri di Aprilia; De Villis di Frosinone)

MARCATORI: 2’ st; 6’ st Alma

 

ISOLA CAPO RIZZUTO: Torna alla sconfitta l’Isola Capo Rizzuto dopo la prima storica vittoria in Serie D che aveva ridato un po’ di fiducia alla piazza giallorossa. Certo questa sconfitta non smorza gli animi se si pensa alla forza dell’avversario, il Gela ha ambizioni di vertice e punta al salto di categoria, e soprattutto, per come sia arrivata questa sconfitta.

A sbloccare il match è infatti un gesto antisportivo dei siciliani che vanno in gol con un calciatore dell’Isola a terra: sono passati appena centoventi secondi dall’inizio del secondo tempo, i padroni di casa sono pronti a battere un corner, in area si crea il solito parapiglia e il giovane Sanagrè viene colpito al volto da un calciatore di casa, subito si accascia, l’arbitro fa proseguire, il tiro della bandierina rimbalza proprio sul corpo dell’ivoriano, che intanto continua a dimenarsi per il dolore, un calciatore del Gela arriva prima sul rimbalzo la rimette in mezzo e Alma una bella girata al volo batte Lamberti. Incredibile. L’arbitro, il signor Delrio di Reggio Emilia, convalida la rete come se nulla fosse.

A quel punto l’Isola prova subito a reagire, Colacchio impegna Biondi con un preciso colpo di testa, ma dagli sviluppi del corner successivo la squadra di casa colpisce in contropiede, Bonanno si avvia rapidissimo verso la porta di Lamberti arriva a tu per tu ma il portiere riesce a respingere la conclusione, nulla può però sulla ribattuta a porta vuota di Alma, che realizza così la sua doppietta personale. L’uno-due del Gela è arrivato dopo un grandissimo primo tempo dei giallorossi che con una prova tutta cuore e tattica sono riusciti ad annullare la differenza di potenziale, che a parte quei quattro minuti fatali macchiati dal gesto antisportivo, non si è vista per il resto di tutta la partita.

Va anche detto che dopo appena undici minuti Mesiti è stato costretto al primo cambio per l’infortunio che ha stravolto anche il lavoro settimanale: fuori il terzino Basile, dentro l’esterno offensivo Mirabelli, che ha comunque fatto una buona gara. Positivo anche l’esordio dell’ultimo arrivato Stefano Dicuonzo, l’ex Catanzaro si è posizionato sull’out di sinistra concedendo poco, o nulla, agli avversari. Appena torneranno arruolabili anche Scuteri, Leto e Galli sarà sicuramente un’altra Isola.

Lascia un commento

Scroll To Top